From Official Website

Assunta Legnante campionessa del Mondo per la quarta volta consecutiva, show nel getto del peso

Assunta Legnante campionessa del Mondo per la quarta volta consecutiva, show nel getto del peso

Il 08/11/2019 alle 17:32Aggiornato Il 08/11/2019 alle 18:25

Dal nostro partner OAsport.it

Assunta Legnante è Campionessa del Mondo per la quarta volta consecutiva. La 39enne ha letteralmente dominato la gara di getto del peso riservata alle disabilità F11-F12 e ha messo in maniera indelebile la propria firma sui Mondiali 2019 di atletica paralimpica in corso di svolgimento a Dubai (Emirati Arabi Uniti). L’azzurra non conosce limite e ha spedito il proprio attrezzo 15.83 metri: misura di tutto rispetto, superiore a quella con cui vinse le Paralimpiadi di Rio 2016 e le ultime due edizioni della rassegna iridata.

Assunta Legnante conserva così la tripla corona di Campionessa Olimpica, del Mondo e d’Europa e prolunga la striscia di imbattibilità negli eventi internazionali di prima fascia visto che non ha mai perso nella sua disciplina prediletta da quando è stata colpita da cecità (la sua prima gara paralimpica risale ai Giochi di Londra 2012 per quanto concerne le manifestazioni di punta). Ennesima prova di forza per questa ragazza che da normodotata vinse un oro e un argento agli Europei indoor partecipando anche alle Olimpiadi di Pechino 2008.

La nostra portacolori ha dominato la gara con assoluta disinvoltura, rimanendo in testa dal primo all’ultimo lancio con una serie davvero notevole: 14.62, nullo, 15.45, 15.83, 14.92 e poi un altro 15.45 quando era già certa di avere vinto la medaglia d’oro. Salgono sul podio anche l’uzbeka Safiya Burkhanov (14.97) e la messicana Rebeca Valenzuela Alvarez (12.99). Simone Manigrasso si è invece qualificato alla finale dei 200 metri categoria T64 chiudendo la propria batteria al terzo posto col tempo di 23.55 alle spalle degli statunitensi Kevan Hueftle (22.92) e David Prince (23.49).

Video - Larissa Iapichino 17enne prodigio: l'atletica azzurra cresce benissimo

01:11
0
0