Eurosport

Tortu sfreccia all’Olimpico! L’azzurro fa sognare nei 200: 20.34 da urlo, minimo per i Mondiali

Tortu sfreccia all’Olimpico! L’azzurro fa sognare nei 200: 20.34, minimo per i Mondiali

Il 08/06/2017 alle 22:03Aggiornato Il 08/06/2017 alle 22:48

Dal nostro partner OAsport.it

Sono dei 200m da favola per Filippo Tortu che allo Stadio Olimpico di Roma fa sognare tutti gli appassionati e ci regala una delle più belle prestazioni degli ultimi decenni per quanto riguarda la nostra atletica leggera.

Il 18enne aveva promesso un tempo sotto 20.40 dopo due anni di assenza dalla distanza e così è stato: il milanese è letteralmente sfrecciato e ha fermato il cronometro su un sontuoso 20.34, minimo per i Mondiali. Oltre al tempo è stato l’atteggiamento dell’azzurrino, vicecampione del Mondo juniores sui 100m, ad aver impressionato: partenza rapidissima, poi una curva vertiginosa che lo ha addirittura proiettato in seconda posizione, poi crolla leggermente nel finale e chiude al quarto posto, a un solo centesimo da Webb e a cinque dalla stella Christophe Lemaitre. Imprendibile Andre De Grasse, vicecampione olimpico che ha dominato in 20.01.

Insomma Filippo Tortu c’è, è lì con i big in un Golden Gala 2017 di assoluto spessore. Sotto i riflettori non ha sentito la pressione e si è comportato da vero campione: i margini di miglioramento sono infiniti, è un talento immenso che va coccolato.

Filippo Tortu nel frattempo è diventato il quarto italiano di tutti i tempi: in testa naturalmente Pietro Mennea (19.72 nel 1979), poi Andrew Howe (20.28 nel 2004) ed Eseosa Desalu (20.31 nel 2016). Queste le sue parole rilasciate ai microfoni della Rai: “Non ho sentito la pressione, avevo voglia di correre. Sono partito molto forte e all’uscita di curva ho pensato di mettermi in assetto. Negli ultimi 30m ho preso una botta di stanchezza ma sono arrivato alla fine. Obiettivo centrato, il minimo per i Mondiali c’è“.

0
0