Maratona a Sapporo? La decisione è definitiva: ira governo locale

Maratona a Sapporo? La decisione è definitiva: ira governo locale

Il 25/10/2019 alle 13:24Aggiornato Il 25/10/2019 alle 15:22

Maratona e marcia sono state spostate per questioni climatiche

Il Comitato olimpico internazionale ha difeso il piano per spostare la maratona e la marcia alle Olimpiadi del 2020 da Tokyo nel nord del Giappone, a Sapporo, affermando che il verdetto è definitivo, nonostante l'opposizione dei funzionari locali. John Coates, presidente della Commissione di coordinamento del Cio, ha dichiarato che la decisione è stata adottato dopo i Campionati mondiali di Doha, che hanno visto decine di atleti ricevere assistenza medica in condizioni di caldo e umidità. Oggi Coates ha incontrato il governatore di Tokyo, Yuriko Koike, che ha dichiarato di essere contraria al piano di spostare gli eventi nella città di Sapporo, letto come un "fulmine a ciel sereno". Coates, parlando con i giornalisti prima del colloquio con la funzionaria locale, ha affermato che il Cio ha a cuore "la salute e il benessere degli atleti. Il Comitato olimpico internazionale - ha aggiunto - è rimasto scioccato da ciò che abbiamo visto a Doha in condizioni molto simili in termini di temperatura e umidità rispetto a quanto previsto a Tokyo", ha affermato. Koike, dal canto suo, ha sottolineato di essere stata "molto sorpresa" dalla decisione. "Purtroppo non ci è stato fornita una spiegazione convincente", ha chiarito.

0
0