Getty Images

Maratona di Firenze, Bekele trionfa nella gara maschile e sorpresa in campo femminile

Maratona di Firenze, Bekele trionfa nella gara maschile e sorpresa in campo femminile

Il 24/11/2019 alle 11:03Aggiornato Il 24/11/2019 alle 11:56

Dal nostro partner OAsport.it

Grande spettacolo nella Maratona di Firenze 2019 con Nigussie Sahlesilassie Bekele che ha trionfato nella gara maschile con una grande azione a circa 12km dal traguardo. Sorpresa tra le donne dove la britannica Jess Piasecki, all’esordio sulla distanza, ha staccato le avversarie andando a conquistare la vittoria.

La gara maschile

La gara maschile della Maratona di Firenze 2019 ha preso il via con un’andatura particolarmente elevata. Dopo pochissimi chilometri si avvantaggiano 9 atleti: Kiprono, Kirui, Kipsang, Boufars, Kabbouri, Rutto, Chumba, Gereme e Bekele. Staccati gli azzurri, con il primo degli italiani che in questa fase è Alessio Terrasi in 11esima piazza.

Poco prima del km 10 un nuovo forcing ha ulteriormente scremato il gruppo di testa che da nove è passato a sei: Kipkemoi Kiprono, Jackson Kemboi Rutto, Peter Cheruiyot Kirui, Asbel Kipsang, Nigussie Sahlesilassie Bekele e Azmeraw Mengistu Gereme.

A questo punto i quattro keniani, l’etiope e il marocchino al comando impostano un buon ritmo di crociera senza farsi troppo male fino al km 25 quando Kiprono e Rutto annunciate come lepri, attaccano. Gereme, Kipsang e Bekele rimangono a pochi secondi mentre Kirui si stacca.

La situazione rimane invariata per circa una decina di chilometri quando le lepri si fermano e Nigussie Sahlesilassie Bekele attacca guadagnando circa 30″ sul connazionale Azmeraw Mengistu Gereme.

Nonostante il tentativo di rientrare non c’è niente da fare per gli inseguitori, vince la 36esima edizione della Maratona di Firenze Nigussie Sahlesilassie Bekele con il tempo di 2h 10’14” sul podio anche Asbel Kipsang (2h11’55”) e Hicham Boufars (2h13’29”).

La gara femminile

Dopo una partenza abbastanza tranquilla prendono il comando delle operazioni nella gara femminile della Maratona di Firenze sei atlete: Nimbona, Jebet, Tefera, Bosho, Yator, Piasecki, Stefani e Sustic.

Al km 10 Tefera Dinknesh Mekash, Amelework Bosho Fekadu, Salina Jebet e Viola Yator Jelagat si avvantaggiano sulle avversarie, mentre Elisa Stefani è settima. La situazione, a differenza della gara maschile, è abbastanza fluida con l‘atleta del Burundi Elvaine Nimbona e la britannica Jess Piasecki che riescono a rientrare nel gruppo di testa dopo qualche chilometro.

Coraggioso attacco al km 25 di Jess Piasecki, all’esordio sulla distanza, che prova a sorprendere le favorite della vigilia insieme all’etiope Tefera Dinknesh Mekash. Come affermato dal responsabile dei top runners Fulvio Massini la britannica è volata a Firenze alla ricerca del pass olimpico.

Piasecki e Tefera continuano con grande grinta e staccano le avversarie. Scatenata la britannica che al km 35 stacca l’etiope e si invola verso la vittoria della Maratona di Firenze. La 29enne britannica corre all’esordio in 2h25’29” stabilendo il sesto tempo europeo dell’anno e strappando il biglietto per Tokyo 2020. Podio completato da Tefera (2h26’47”) e Jebet (2h30’28”).

salvatore.serio@oasport.it

0
0