Getty Images

Eleonora Giorgi bronzo nella 50 km di marcia: è la prima medaglia azzurra a Doha

Eleonora Giorgi bronzo nella 50 km di marcia: è la prima medaglia azzurra a Doha

Il 29/09/2019 alle 07:58Aggiornato Il 29/09/2019 alle 09:22

Dal nostro partner OAsport.it

Arriva la prima medaglia per l'Italia ai Mondiali 2019 di atletica: la conquista Eleonora Giorgi, protagonista di uno splendido bronzo nella 50 km di marcia a Doha. Nel caldo rovente che attanaglia la capitale del Qatar, l'azzurra si è letteralmente superata alla sua seconda gara in carriera sulla distanza più lunga dell'intero panorama atletico (a maggio aveva vinto in Coppa Europa) e ha ampiamente meritato il terzo gradino del podio. La 30enne ha deciso al termine della passata stagione di abbandonare la 20 km dopo qualche squalifica di troppo e si è concentrata sulla prova più massacrante del tacco e punta, una fatica che purtroppo non è inserita nel programma olimpico (a Tokyo 2020 ci sarà soltanto la 50 km maschile), ha subito capito di digerire bene questa sforzo, in primavera aveva risposto presente siglando il record continentale (4h04'50) proprio nell'ambito della Coppa Europa e si è consacrata al termine di una nottata davvero molto difficile.

Al decimo chilometro la prima selezione

La brianzola, laureata in economia alla Bocconi e fidanzata col marciatore Matteo Giupponi, era una delle carte da medaglia più concrete della spedizione azzurra e non ha deluso le aspettative della vigilia riuscendo a leggere benissimo una prova durata più di 4 ore ed estremamente complicata sotto il profilo tattico e in condizioni particolarmente ostiche. Giorgi parte forte: al decimo chilometro la prima notevole selezione con l'azzurra si trovava al comando insieme alle cinesi Rui Liang e Maocuo Li e alla portoghese Ines Henriques. Attorno al 18esimo chilometro, però, la lusitana detentrice del titolo iridato e la Liang allungano e al 20esimo chilometro Giorgi si trova a 20", a una decina di secondi da Li. La medaglia sembra sfumare ma Henriques va improvvisamente in crisi e al 25esimo chilometro l'azzurra è infatti terza a 37" da Liang che a sua volta conserva 14" di vantaggio su Li.

La svolta al 35esimo chilometro

La brianzola ha un momento di difficoltà importante nei pressi del 35esimo chilometro, si deve anche fermare per un istante a causa di un problema di stomaco, rischia di farsi riprendere dall'ucraina Olena Sobchuk che le arriva a una decina di secondi di distacco ma non molla la presa, si riprende e la sua marcia torna ottimale alle spalle delle inarrivabili cinesi mentre Sobchuk si accontenta della quarta piazza e Henriques si ritira. Eleonora vede la medaglia, stringe i denti e conquista un bellissimo bronzo col tempo di 4h29"13 (a 200 metri dal traguardo ha anche vomitato prima di andare a prendere il tricolore) regalando la prima gioia all'Italia dopo la finale di Filippo Tortu nei 100 metri. A trionfare è la cinese Liang Rui, 25enne che in passato ha anche detenuto il record mondiale di specialità e che si è imposta col tempo di 4h23"26 precedendo la connazionale Maocuo Li (4h26"40). Ritirate le altre azzurre Nicole Colombi e Mariavittoria Becchetti.

Video - Larissa Iapichino 17enne prodigio: l'atletica azzurra cresce benissimo

01:11
0
0