Eurosport

Mamme d’oro da applausi, Allyson Felix e Shelly-Ann Fraser-Pryce regine dell'atletica

Mamme d’oro da applausi, Allyson Felix e Shelly-Ann Fraser-Pryce regine dell'atletica

Il 05/10/2019 alle 22:59Aggiornato Il 05/10/2019 alle 23:24

Con 12 e 9 ori Allyson Felix e Shelly-Ann Fraser-Pryce sono nella top 3 di atleti che hanno vinto più di titoli mondiali: sono rispettivante prima e terza, secondo Bolt con 11.

Ritornare in pista dopo il parto così, in ogni senso possibile, è un qualcosa di davvero difficile da spiegare. I Mondiali in corso a Doha ci sta regalando una storia bellissima, scritta a quattro mani da due atlete che a definirle straordinarie rientreremmo nell’ordine dal banale. Allyson Felix e Shelly-Ann Fraser-Pryce, diventate entrambe mamme da pochi mesi, sono entrate nella storia dello sport moderno attestandosi come regine indiscusse dell’atletica.

La statunitense è diventata mamma dieci mesi fa dando alla luce Camryn con un cesareo d’urgenza: la piccola è nata a Los Angeles prematura di 32 settimane. La Nike, inseguito alla gravidanza, ha deciso di negarle il congedo di maternità decurtandole circa il 70% del suo compenso. La velocista ha fatto causa e vinto contro lo sponsor costringendo il brand a prevedere un budget per tutte le atlete-madri in attività. È ritornata a indoassare le chiodate lo scorso luglio e a Doha è entrata nella leggenda vincendo la 4x400 mista conquistando il suo 12esimo oro mondiale, superando Usain Bolt fino ad allora primatista con 11.

Alla classifica degli atleti ad aver raggiunto le 9 medaglie iridate, proprio a Doha si è aggiunta Shelly-Ann Fraser-Pryce grazie ai successi nei 100 metri e nella 4x100, mettendosi alle spalle del suo celebre connazionale. La giamaicana – due volte oro olimpico – non aveva preso parte agli ultimi Mondiali da detentrice del titolo perchè in dolce attesa di suo figlio Zyon, mostrato in mondovisione dopo la vittoria nei 100 di domenica.

" Il mio segreto è rimanere umili e sapere chi sei come persona e atleta e continuare a lavorare sodo, è una sensazione meravigliosa vedere mio figlio fare il tifo per me in un momento come questo"
0
0