Getty Images

Tripletta cinese nella 20 km di marcia, Hong firma il terzo titolo. Palmisano fuori dalla top ten

Tripletta cinese nella 20 km di marcia, Hong firma il terzo titolo. Palmisano fuori dalla top ten

Il 30/09/2019 alle 09:57Aggiornato Il 30/09/2019 alle 09:58

Dal nostro partner OAsport.it

Liu Hong non ha deluso il pronostico della vigilia e ha vinto la 20 km di marcia ai Mondiali 2019 di atletica leggera. A Doha (capitale del Qatar) il caldo si è leggermente placato rispetto ai giorni scorsi quando si sono disputate la Maratona femminile e le 50 km di marcia, la cinese si è imposta col tempo di 1h32:53 e ha così conquistato il terzo titolo iridato della carriera dopo quelli di Daegu 2011 e Pechino 2015.

La Campionessa Olimpica, tornata sulla distanza di cui detiene il record del mondo (1h25:38 datato 2015) dopo una capatina nella 50 km diventando la prima donna a scendere sotto le quattro ore (3h59:15 al Grand Prix casalingo di qualche mese fa), ha piazzato l’attacco buono a due chilometri dal traguardo lasciando letteralmente sul posto la connazionale Shenjie Qieyang, bronzo iridato otto anni fa e argento alle Olimpiadi di Londra 2012 che ha concluso in seconda posizione (1h33:10). La Cina ha dominato la prova e ha firmato una sontuosa tripletta, terzo posto per Liujing Yang (1h33:17) che nel finale ha attaccato la brasiliana Erica Rocha de Sena (1h33:36), quinta la colombiana Sandra Lorena Arenas (1h34:16) poi le due giapponesi Kumiko Okada (1h34:36) e Nanako Fuji (1:34.50), la spagnola Maria Perez completa la zona punti (ottava in 1h35:43).

Antonella Palmisano non è mai riuscita a fare gara di vertice, l’azzurra è andata in sofferenza fin dalle prime battute e ha fatto immediatamente capire di non essere in ottimali condizioni fisiche: il bronzo iridato di due anni fa aveva partecipato solo a una gara in stagione e si era ritirata (in Coppa Europa a maggio), si era presentata in Medio Oriente con la speranza di tirare fuori il coniglio dal cilindro ma c’era poca fiducia sulla possibilità di riuscire in una nuova impresa e ha così interrotto la sua striscia di risultati internazionali dopo il terzo posto degli Europei della passata stagione. La 30enne pugliese si è staccata definitivamente dal gruppo di testa attorno all’ottavo chilometro e ha poi perso progressivamente terreno chiudendo al 13esimo posto col tempo di 1h37:36 mentre Valentina Trapletti ha concluso in 17esima posizione (1h38:22). L’Italia non rimpolpa il suo medagliere che al momento vede soltanto il bronzo di Eleonora Giorgi nella 50 km di marcia, le prossime carte sono Massimo Stano nella 20 km e Gianmarco Tamberi nel salto in alto sperando in una magia dai maratoneti ma salire sul podio sarà tutt’altro che semplice.

0
0