Getty Images

Mariya Lasitskene: “Quali motivazioni si possono avere a gareggiare da neutrale?”

Mariya Lasitskene: “Quali motivazioni si possono avere a gareggiare da neutrale?”

Il 11/12/2019 alle 10:05

Dal nostro partner OAsport.it

Nella voce della Russia che si leva contro la decisione di squalificare per quattro anni il Paese dalle maggiori competizioni internazionali sono fuori dal coro alcune dichiarazioni di atleti di spicco del Paese dell’Est, che invece si scagliano contro i dirigenti: è il caso della saltatrice in alto Mariya Lasitskene.

Come riporta la “Gazzetta dello Sport“, l’atleta russa scrive una lunga missiva nella quale si chiede i motivi per cui “non ci sia stata una punizione per i principali responsabili di aver avallato il doping” e per i quali “i nostri atleti continuino sistematicamente a fare uso di sostanza vietate“.

Infine Lasitskene afferma che non vorrebbe gareggiare senza i colori del proprio Paese:

" L’atletica leggera in Russia sta scomparendo, quali motivazioni si possono avere a gareggiare da neutrale? Io sono un’atleta russa e dovrei avere il diritto di partecipare liberamente alle competizioni con i colori russi."

roberto.santangelo@oasport.it