Imago

Kipchoge corre 42 km in meno di due ore, ma non è record della maratona: ecco perché

Kipchoge corre 42 km in meno di due ore, ma non è record della maratona: ecco perché

Il 12/10/2019 alle 11:50

Dal nostro partner OAsport.it

Eliud Kipchoge ha compiuto un’autentica impresa a Vienna diventando il primo uomo a correre una Maratona sotto le due ore. Si tratta di un numero antologico che ha una rilevanza non soltanto in ambito sportivo, correre i 42 km sotto la fatidica barriera dei 120 minuti sembrava impossibile ma oggi il keniano si è letteralmente superato al Prater stampando il leggendario tempo di 1h59:40 che lo proietta per sempre nel mito dell’atletica leggera e dello sport in generale: oggi l’africano è davvero andato oltre i limiti dell’umano.

Il Campione Olimpico di Rio 2016, partito stamattina alle ore 08.15 avvolto nella timida foschia della capitale austriaca con appena 9 °C di temperatura (ma il 90% di umidità), non ha però siglato il Record del Mondo. La prestazione odierna non verrà riconosciuta dalla IAAF, per la Federazione Internazionale il primato resta sempre il 2h01:39 che lo stesso Kipchoge siglò lo scorso anno a Berlino. Per quale motivo? Il keniano si è fatto aiutare nel suo tentativo da ben 35 lepri, campioni di varia nazionalità che si sono alternati sul circuito di 9,6 km: non hanno corso tutta la gara ma soltanto alcuni tratti dando il massimo delle energie per trascinare Kipchoge verso l’impresa, in condizioni di gara normale questo non è possibile e dunque la prova non è da record.

0
0