Imago

Stefano Sottile, 21enne predestinato e leader mondiale del salto in alto: non c'è solo Tamberi

Stefano Sottile, 21enne predestinato e leader mondiale del salto in alto: non c'è solo Tamberi

Il 29/07/2019 alle 15:30Aggiornato Il 29/07/2019 alle 15:45

Non di solo Gianmarco Tamberi vive e prospera il salto in alto italiano: da ieri è comparsa una nuova stella nel firmamento azzurro, ovvero lo strepitoso valsesiano doc Stefano Sottile capace nei campionati Assoluti italiani di superare quota 2.33.

Non di solo Gianmarco Tamberi vive e prospera il salto in alto italiano: da ieri è comparsa una nuova stella nel firmamento azzurro, ovvero lo strepitoso valsesiano doc (di Borgosesia, provincia di Vercelli) Stefano Sottile capace nei campionati Assoluti italiani di superare quota 2.33. Dopo aver autografato la ragguardevole misura di 2.30 ai Campionati Italiani Juniores e Promesse di Rieti lo scorso 8 giugno strappando il pass per i Mondiali di Doha il 21enne piemontese si è tolto lo sfizio di borseggiare a Tamberi il record italiano under 23 del salto in alto migliorandolo di due centimetri. Questa è indubbiamente un’ottima notizia per l’atletica tricolore che ai Campionati Mondiali di settembre/ottobre potrà schierare due punte di comprovato valore sulla pedana di Doha.

Tamberi/Sottile, la nuova rivalità dell’alto

Di primo acchito verrebbe da pensare a una sorta rivalità perfetta: l’uno istrione e spontaneo, l’altro timido e controllato, l’uno stacca con il piede sinistro l’altro col piede opposto dall’altra parte della pedana; entrambi accomunati da una determinazione fuori dal comune e da una classe innata da predestinati. Niente di tutto ciò. Già, perché i due sono legati da una granitica amicizia, basti pensare al tifo da stadio fatto da Gimbo nella giornata di domenica per il giovane collega dal divano di casa (vedere per credere la storia Instagram di Tamberi) e al messaggio consegnato ai social dopo la gara. La speranza è che le due punte azzurre si stimolino e rincorrano a vicenda spostando l’asticella sempre più in alto.

Non è un signor nessuno

Nel gotha dell’alto italiano

I migliori altisti azzurri di sempre

ATLETA MISURE EVENTO
Gianmarco Tamberi 2.39 Montecarlo, 2016
Stefano Sottile 2.33 Bressanone, 2019
Marcello Benvenuti 2.33 Verona, 1989
Marco Fassinotti 2.33 Oslo, 2015
Luca Toso 2.32 Torino, 1988
Andrea Bettinelli 2.31 Rieti, 2003
Giulio Ciotti 2.31 Viersen, 2006
Silvano Chesani 2.31 Modena, 2013
Massimo Di Giorgio 2.30 Udine 1991
Roberto Ferrari 2.30 Roma, 1993
Alessandro Talotti 2.30 Firenze, 2003
Nicola Ciotti 2.30 Viersen, 2003

A 21 anni appena Stefano detiene già la palma di secondo miglior altista italiano della storia grazie al 2.33, ma gli infortuni e le esitazioni sono ormai un lontano ricordo e, più che un exploit, il risultato degli Assoluti è da interpretarsi come un passaggio fisiologico di una naturale progressione inaugurata nell’inverno 2018 con il 2.24 della rinascita ai Campionati Italiani Indoor di Ancona. Al momento il ragazzo di Borgosesia può fregiarsi della miglior misura stagionale al mondo al pari di Ivanyuk e Akimenko, guardando dall’alto verso il basso mostri sacri del calibro di Bondarenko, Barshim, Gazhal e dello stesso Tamberi: non resta che perfezionare la forma per presentarsi a Doha nel pieno delle forze, a braccetto con l’amico Gimbo.

Video - Gimbo Tamberi supera i 2.32! Ecco il salto che gli vale l'oro

00:54
0
0