Tokyo 2020, il governatore al Cio: "La maratona non si svolga altrove"

Tokyo 2020, il governatore al Cio: "La maratona non si svolga altrove"

Il 30/10/2019 alle 11:53Aggiornato Il 30/10/2019 alle 12:01

Giorni fa il cio aveva deciso di spostare a Sapporo le gare di lunga durata per questioni climatiche

Il governatore di Tokyo, Yuriko Koike, ha insistito per far disputare la maratona olimpica nella capitale nonostante ci siano i piani per spostare l'evento nel nord del Giappone a causa del caldo che dovrebnne colpire il Paese proprio nei mesi dei Giochi. Il luogo dove svolgere la maratona e le gare della marcia Alle Olimpiedi 2020 sono diventati punto di scontro tra i funzionari di Tokyo e il Comitato Olimpico Internazionale (CIO). L'ente ha infatti fatto sapere all'inizio di questo mese che avrebbe proposto di spostare gli eventi a Sapporo, nel nord del Giappone, dopo quanto visto ai campionati del mondo di atletica di Doha, in Qatar, dove dozzine di atleti hanno avuto bisogno di cure mediche per le condizioni di caldo e umidità.

La scorsa settimana, il presidente della commissione di coordinamento del COI John Coates, ha chiarito che la decisione di spostare gli eventi è stata definitiva, ma i funzionari di Tokyo non si sono arresi. "Come rappresentante della città ospitante e del popolo di Tokyo, è mio desiderio che la maratona si svolga nella capitale", ha detto il governatore Yuriko Koike all'inizio di un incontro di tre giorni tra funzionari del CIO, governo di Tokyo e organizzatori del 2020.

0
0