LaPresse

La Virtus Bologna supera anche Strasburgo ed è imbattuta! Colpo di Avellino che sbanca Le Mans

La Virtus Bologna supera anche Strasburgo ed è imbattuta! Colpo di Avellino che sbanca Le Mans

Il 14/11/2018 alle 22:30Aggiornato Il 14/11/2018 alle 23:15

Al PalaDozza la Segafredo batte 87-81 gli alsaziani allenati dal ct francese Collett e comanda il gruppo D con un record immacolato, 6-0: brilla Punter, autore di 26 punti. Bene anche al Sidigas che passa in rimonta 77-74 sul campo di Le Mans e centra il quinto successo grazie anche ai 22 punti di Norris Cole.

Segafredo Virtus Bologna-SIG Strasburgo 87-81

En plein per la Virtus Bologna che al PalaDozza supera anche Strasburgo e aggiorna il proprio record in Champions a 6-0, seconda squadra a centrare un avvio del genere nella storia della competizione dopo il Besiktas 2016-17. La gara non inizia però al meglio per la squadra di Sacripanti si trova già a -8, poi però nel secondo quarto rimonta e sorpassa grazie alla schiacciata volante di Kravic su assist di Taylor per il 26-25. Da lì la sfida è punto a punto, la Segafredo tocca anche il +5 ma all'intervallo è perfetta parità, 40-40. Anche nel terzo periodo il canovaccio si ripete, Strasburgo resta a galla con le giocate di esperienza di Collins e l'atletismo di Eddie mentre Bologna si affida all'energia di Pajola e al talento di Punter: la Segafredo arriva anche a +6 (61-55) ma non riesce a scappare. Nell'ultimo periodo i francesi impattano sul 69-69 ma lì risponde subito Qvale con un canestro più fallo, e poi si scatena Kevin Punter che segna 11 punti consecutivi per l'85-76 e spegne le speranze di Strasburgo. La guardia americana spicca con 26 punti, bene anche M'Baye, 11. Per Strasburgo ci sono i 20 di Collins e i 13 con 8 rimbalzi di Fall.

Video - Kevin Punter show a Bologna: 11 punti nel quarto periodo e la Virtus Segafredo vola

00:59

Video - Highlights: Segafredo Virtus Bologna-SIG Strasburgo 87-81

03:00

Le Mans-Sidigas Avellino 74-77

Colpo esterno della Sidigas Avellino che si impone a Le Mans nonostante un brutto avvio e centra la quinta vittoria in sei sfide in Champions nel girone A. La sfida inizia in salita per la Scandone che va sotto 7-0 e poi addirittura 15-3: coach Vucinic deve richiamare i suoi e finalmente arriva la scossa firmata Norris Cole che trascina i suoi fino al -5 con cui si chiude il primo quarto (20-15). Nel secondo periodo prosegue la rimonta della Sidigas che impatta con Nichols e poi sorpassa con una giocata col fallo dello scatenato Cole (15 punti nel primo tempo) per il 29-27: da lì c'è equilibrio e le due squadra vanno all'intervallo lungo con Le Mans avanti 39-37. Il terzo periodo è uno show della squadra di Vucinic che, sotto 43-37, piazza un clamoroso break di 13-0 con Green e Nichols sugli scudi e vola fino al +12 (55-63 al 30'). Sembra lo scatto giusto, quello decisivo, ma nel quarto periodo Le Mans si rifà sotto e il finale è punto a punto: Filloy e Cole danno il +5 ad Avellino (67-72), Tarpey replica con la bomba del -2, Clark fallisce il potenziale sorpasso francese dopo una forzatura di Filloy, e poi è ancora l'ex Miami Heat a chiudere il discorso dalla lunetta. La Sidigas si gode quattro giocatori in doppia cifra, spicca Norris Cole con 22 punti, bene anche Nichols con 13 e 10 rimbalzi. A Le Mans non bastano i 20 punti con 11 assist di Michael Thompson.

Video - Ariel Filloy scompare e poi riappare: una magia assoluta della guardia di Avellino

00:28

Video - Highlights: Le Mans-Sidigas Avellino 74-77

02:55
0
0