Imago

Sassari annichilisce il Torun e centra la qualificazione grazie a un Pierre stratosferico

Sassari annichilisce il Torun e centra la qualificazione grazie a un Pierre stratosferico

Il 15/01/2020 alle 22:20Aggiornato Il 15/01/2020 alle 23:46

Il Banco di Sardegna centra la qualificazione matematica alla fase successiva di Basketball Champions League con ben 3 turni d'anticipo. Successo contro il Polski Cukier Torun firmato soprattutto dalla mostruosa prestazione di Dyshawn Pierre (16 punti, 19 rimbalzi e 3 assist).

Banco di Sardegna Sassari - Polski Cukier Torun 91-71

Showtime durato 40’ al PalaSerradimigni e realizzato da un Banco di Sardegna Sassari che centra la qualificazione ai Playoffs di Basketball Champions League con ben 3 turni d’anticipo, complice il netto successo contro il Polski Cukier Torun. Ritmi subito elevatissimi, con Michele Vitali a svolgere il ruolo di prima opzione offensiva dei padroni di casa (8 punti nel 1° quarto) e Curtis Jerrells a subentrare dalla panchina per tentare di spezzare il ritmo avversario con le solite triple. Il Polski si affida soprattutto al gioco interno di Alade Aminu, ma trova anche buone soluzioni da oltre l’arco dei 6.75, con un Chris Wright nel ruolo di rifinitore, e chiude così in ritardo di sole 6 lunghezze (26-20) i primi 10’ della sfida. Entrambe le formazioni sbagliano tanto al tiro in apertura di 2° periodo, ma il Banco di Sardegna può sempre contare sulle individualità di Jerrells per rispondere ai 4 punti consecutivi di Aaron Cel e allungare sul +10 (34-24) a metà frazione, costringendo peraltro coach Machowski al timeout tattico. La vittoria più grande di Sassari è rappresentata dalla capacità della squadra di coach Pozzecco di limitare incredibilmente il miglior attacco della Basketball Champions League (oltre 92 punti di media a partita) a soli 33 punti segnati in metà partita. L’aspetto, se si vuol definire tale, negativo è invece rappresentato dai punti che Wright riesce a trovare in chiusura di 1° tempo per ridurre lo svantaggio dal -14 al -7 (40-33) con cui gli ospiti vanno al riposo.

Video - Pozzecco diventa "Pozzeco" sulla maglia celebrativa per l'argento di Atene 2004: gaffe della FIBA

00:38

Dyshawn Pierre inaugura la ripresa raccattando letteralmente dal cesto della spazzatura un gioco da 3 punti incredibile e poi piazza anche la tripla che gli consente di andare in doppia-doppia quando mancano ancora 16’ al termine dei tempi regolamentari (51-40). Lo stesso Pierre continua a essere assoluto protagonista, conquistando rimbalzi, smazzando assist e piazzando l’inchiodata che vale il massimo vantaggio dei padroni di casa (57-40) a 3’30’’ dal termine del 3° quarto (parziale di 11-0 per Sassari, peraltro). Sassari piazza un break di 14-0 per inaugurare l’ultima frazione, col solito Pierre in versione all-around player, ma anche con Vitali sugli scudi e Daniele Magro a piazzare canestri importanti (79-53). Il Banco di Sardegna dilaga e trova anche punti da parte di Lorenzo Bucarelli, ma è impossibile non dedicare ancora parole per Pierre: il lungo piazza la 2° miglior prova stagionale in Champions League per rimbalzi conquistati (19) e chiude con la quarta doppia-doppia in Europa. Ottime prove anche di Vitali (20 punti, con 8/11 al tiro) e di Jerrells (16 punti, con 5/7 da oltre l’arco). Al Polski non bastano i 20 punti (con 5 assist) di Wright, playmaker peraltro corteggiato in questi giorni dalla Grissin Bon Reggio Emilia (per quello che sarebbe un ritorno in biancorosso).

Video - Dyshawn Pierre prenota la Top 10 con stoppata e schiacciata

01:01

Il tabellino

  • Banco di Sardegna Sassari: Spissu 5, Bilan 8, Bucarelli 2, Devecchi, Sorokas 8, Evans n.e., Magro 7, Pierre 16, Gentile 9, Vitali 20, Jerrells 16. All. Pozzecco.
  • Polski Cukier Torun: Grochowski, Hornsby 11, Cel 9, Ratajczak 3, Wright 20, Aminu 14, Diduszko n.e., Gruszecki 3, Perka 5, Schenk 6. All. Machowski.

Video - Highlights: Banco di Sardegna Sassari-Polski Cukier Torun 91-71

02:59
0
0