LaPresse

Final Eight: ancora Carnevale per Venezia, Torino le fa la festa e raggiunge Cremona in semifinale

Final Eight: ancora Carnevale per Venezia, Torino le fa la festa e raggiunge Cremona in semifinale

Il 15/02/2018 alle 22:52Aggiornato Il 16/02/2018 alle 10:50

Un gran primo tempo consente alla Fiat di evitare la rimonta orogranata nel finale, che si spegne nonostante il partitone di Watt (19+11). E' la vittoria di Paolo Galbiati, che infila la seconda e ha il 100% di successi da quanto siede in panchina. Sabato alle 18 semifinale contro Cremona

Continuano le sorprese a Firenze. Non come Cremona con Avellino, ma la vittoria di Torino su Venezia può essere considerata un upset se si valuta il periodo travagliato che la società piemontese ha vissuto nell'ultimo mese abbondante. Dall'addio di Banchi a quello di Recalcati, passando per una rivoluzione tecnica che non sembra ancora essere terminata. Un primo quarto da incubo al tiro della Reyer (1/17) spiana la strada a Garrett e Washington che conducono la Fiat a un successo che viene messo in dubbio solo nell'ultimo quarto, quando Venezia torna a -5. Galbiati vince la sua seconda partita di fila da quando è capo allenatore della Fiat e si guadagna il pass per una semifinale che sulla carta è tutt'altro che proibitiva.

Video - Final Eight, Top 3: le giocate più belle di Umana Reyer Venezia-Fiat Torino

00:48

La partita

Torino parte 7-1 e nella giornata dell'upset di Cremona su Avellino la strada sembra essere tracciata. Senza Patterson, fuori dalle rotazioni della partita – e probabilmente in uscita -, sono Garrett, Mbakwe e Washington a condurre la Fiat sul +17 (4-21) dopo i primi 10'. La Reyer tira malissimo (1/17) e il primo quarto è tutto appannaggio della squadra di Galbiati. Lo spettacolo sta ben lontano dal parquet del Mandela Forum, scarno di pubblico nel secondo match della prima giornata dopo una bella cornice nel match d'esordio, grazie soprattutto alla presenza di una folta rappresentanza di tifosi irpini (400). Irreali e troppo brutti i primi 10' della Reyer per non pensare in una reazione, ma il secondo quarto segue il leitmotiv del primo. Orogranata che continuano a spadellare e piombano a -19 a metà parziale. E' Bramos con due triple in fila a smuovere i ragazzi di De Raffaele, ma l'errore di Tonut su un facile layup a fine tempo mostra la Reyer in una delle sue peggiore versioni stagionali. Intensità ed energia di Torino sono superiori, anche il secondo quarto è roba loro e all'intervallo il vantaggio è ampio: 29-44. Il gap si accorcia nel terzo quarto ma mai sotto i 13 punti di scarto. Torino tiene il comando della operazioni senza che Venezia riesca a cambiare l'inerzia. Al 30' il tabellone dice 46-60. De Raffaele striglia ancora i suoi e ottiene una reazione, che porta al -6 dopo un minuto con Watt che raggiunge la doppia doppia e in area pitturata è un fattore. La tripla di Washington fa respirare Torino, ma la gara è definitivamente riaperta per un finale vero. Venezia risale fino a -5 ma sbaglia la facile schiacciata del -3 proprio con il suo miglior giocatore. Qui simbolicamente si chiude la partita, con Torino che si ritrova in semifinale e sabato ha tutte le carte per superare anche Cremona.

L'MVP

In una gara non bella, il premio del migliore lo assegniamo a Paolo Galbiati, artefice di un successo tutt'altro che preventivabile alla vigilia. Ha preso in mano la squadra nel periodo più difficile della stagione e ha avuto il coraggio di tenere fuori – in entrambe le partite fin qui da capo allenatore, vinte – Lamar Patterson, tra i migliori di Torino nella prima parte dell'anno. Nonostante la giovane età non ha paura di prendersi responsabilità e, se riuscisse a tenere insieme il gruppo, potrebbe portare la Fiat a sognare un finale di stagione da outsider nei playoff.

Il tabellino

Umana Reyer Venezia-Fiat Torino 60-72

Umana Reyer Venezia: Haynes 9, Tonut 8, Watt 19, Peric 8, De Nicolao 6, Watt, Johnson 3, Bolpin ne, Daye 6, Cerella, Biligha, Bramos 8. All. De Raffaele.

Fiat Torino: Garrett 17, Boungou Colo 9, Vujacic 2, Blue 4, Mazzola 9, Tourè ne, Mbakwe 8, Poeta 4, Washington 11, Jones 8, Akoua ne, Mittica ne. All. Galbiati.

Video - Final Eight: Umana Reyer Venezia-Fiat Torino 60-72, gli highlights

05:01
0
0