Imago

La Fortitudo insegue, resiste, rimonta e batte Brescia 76-73: è in semifinale con Brindisi

La Fortitudo insegue, resiste, rimonta e batte Brescia 76-73: è in semifinale con Brindisi

Il 14/02/2020 alle 22:39Aggiornato Il 14/02/2020 alle 23:42

La Pompea Fortitudo Bologna completa il quadro delle semifinali di Coppa Italia grazie al successo in rimonta per 76-73 sulla Germani Brescia. Matteo Fantinelli realizza i punti decisivi nel finale, ma sono fondamentali le prestazioni di Pietro Aradori (16), Henry Sims (17) e Daniele Cinciarini (14). La Effe raggiunge così Brindisi (prossima avversaria), Olimpia Milano e Reyer Venezia.

Germani Basket Brescia-Pompea Fortitudo Bologna 73-76

PESARO, VITRIFRIGO ARENA - Il secondo upset di serata è servito. Dopo le vittorie di Brindisi e Venezia, anche la Fortitudo Bologna ribalta il seeding dell'ultima sfida del primo turno e approda in semifinale da neopromossa dopo 16 anni di astinenza. In una partita che, come da pronostico, si mantiene sui binari della fisicità e del ritmo basso, la Effe piazza il colpaccio sfruttando l'esperienza dei suoi tanti veterani (determinanti per partite come queste) e un altissimo livello di resilienza generale, che le permette di giocare un'intera partita a inseguire senza mai incrinarsi sul piano mentale.

Video - Fantinelli insacca la tripla decisiva e festeggia in stile Carmelo Anthony

00:58

È una vittoria di collettivo, sia per i vari protagonisti che salgono in cattedra nei diversi momenti della partita, sia per l'ottima tenuta difensiva corale che spunta (eccezion fatta per qualche momento del terzo quarto) le già risicate armi offensive di una Brescia che fatica a trovare efficacia sul perimetro, affossata da un triste 7/27 dall'arco. Matteo Fantinelli (11 punti) piazza le giocate decisive nel finale infuocato e in volata, con la tripla del +5 e il 2/2 della staffa in lunetta, ma la Effe si regge anche sulle spallone di Henry Sims (17 punti, 8 rimbalzi), sulle scintille offensive di Pietro Aradori (16 punti, bello il duello con David Moss), e pesca dalla panchina gli exploit di Daniele Cinciarini (14 punti, determinante nella ripresa) e Stefano Mancinelli (9), capace di rispolverare qualche sprazzo di magia dei bei vecchi tempi, tornando efficace con i movimenti spalle a canestro in post-basso.

Brescia non riesce invece a capitalizzare sui mini-allunghi piazzati in un secondo tempo che la vede partire in maniera molto più pimpante rispetto a una prima metà di gara prevedibile e sonnolenta. La Leonessa apre la ripresa sul +6 (45-39), tocca in due occasioni il +7 sfruttando una fiammata di DeAndre Lansdowne (15 punti) e un antisportivo che uccide Ed Daniel a livello mentale (48-41 e 54-47), sembra riprendere il controllo a inizio quarto periodo con Abass e Moss (62-57), salvo poi arenarsi per oltre quattro minuti di attacchi asfittici e ridotti a un mesto monologo di triple scagliate sul ferro. Bologna ne approfitta per piazzare l'ultima zampata con Aradori e Cinciarini e, come detto, si dimostra più squadra, più esperta e mentalmente più pronta a reggere i finali punto-a-punto.

Video - Numero da ballerino e gran canestro di Luca Vitali

00:34

Con Tyler Cain (6) e Ken Horton (6, 0/4 da tre) limitati a poche sfuriate, il migliore in casa Leonessa è probabilmente Luca Vitali, autore di 14 punti (7/9 da due, ma 0/5 dall'arco) e 4 assist, abile nello sfruttare i buchi lasciati dalla Effe nel mid-range. Nel finale manca l'apporto di David Moss, incappato in un quinto fallo banale e prematuro, grave errore che toglie a coach Esposito il suo pretoriano più fidato nel momento del maggior bisogno.

Il tabellino

  • Germani Basket Brescia: Vitali 14, Abass 10, Horton 6, Cain 4, Moss 7; Lansdowne 15, Sacchetti 8, Trice, Laquintana 6, Zerini 3. N.e.: Guariglia, Veronesi. All.: Esposito.
  • Pompea Fortitudo Bologna: Fantinelli 11, Sims 17, Leunen 7, Aradori 16, Robertson 2; Stipcevic, Cinciarini 14, Mancinelli 9, Daniel. N.e.: Dellosto. All.: Martino.

Video - Highlights: Germani Brescia-Pompea Fortitudo Bologna 73-76

07:27