Imago

Trento sbatte contro il muro eretto dal Partizan Blegrado! L'Aquila crolla in casa 83-59

Trento sbatte contro il muro eretto dal Partizan Blegrado! L'Aquila crolla in casa 83-59

Il 15/01/2020 alle 20:47Aggiornato Il 16/01/2020 alle 11:11

Sconfitta netta per la Dolomiti Energia di Nicola Brienza che viene travolta dal Partizan del suo maestro Andrea Trinchieri nella seconda giornata delle Top 16 di Eurocup. Match chiuso già nel primo tempo, 47-28 per i serbi che giocano una difesa impenetrabile e tirano con percentuali clamorose (18 su 27 totale nei primi 20'). Il miglior marcatore della gara è Blackmon con 12 punti.

Dolomiti Energia Trento-Partizan Belgrado 59-83

Il Partizan Belgrado di Andrea Trinchieri fa paura! Dopo aver smontato la Virtus Bologna alla prima giornata, si ripete alla BLM Group Arena di Trento dove asfalta la Dolomiti Energia di Nicola Brienza, storico assistente proprio di Trinchieri ai tempi di Cantù. L'Aquila, ko in volata a Istanbul col Darussafacka nella prima giornata, non può nulla contro la corazzata serba che erge un muro difensivo invalicabile e non riesce a contenere l'attacco puntuale ed efficace degli avversari. Match indirizzato già nel primo periodo, 24-12 per il Partizan, poi nel secondo quarto la squadra ospite allarga la forbice fino al 47-28 dell'intervallo con percentuali al tiro torride, 10 su 13 da due e 8 su 14 da tre. La ripresa si trasforma in un "allenamento agonistico" e le due squadre terminano con le seconde e terze linee sul parquet (nell'Aquila c'è l'esordio assoluto in EuroCup di Maxi Ladurner). Sono tre i giocatori in doppia cifra per Trento, che chiude con un disastroso 5 su 28 da tre: Blackmon con 12 punti, Craft e Mian con 10. Nel Partizan, che invece tira col 57% da due e 10 su 21 da tre, i migliori sono Zagorac e Paige con 11 punti.

Video - Il biglietto da visita di Maxi Ladurner: gran stoppata del classe 2001

00:30

In avvio è Gentile a rispondere alle iniziative dell'ex sassarese Thomas, ma Zagorac e Jankovic firmano un immediato +10 per gli ospiti (8-18), poi dopo due canestri in fila di Knox per il -6 entra Paige e spacca il match con due bombe per il 24-12 alla prima pausa. Nel secondo quarto Forray mette la bomba del -9, poi Pascolo e King hanno dei flash per restare a -10, ma il Partizan ha una marcia in più, martella dall'arco con Zagorac, Bircevic e Paige, e arriva fino al +21, che diventa -19 sul 47-28 all'intervallo lungo. Nella ripresa Blackmon e Craft provano a tenere in corsa Trento, gli ospiti però non abbassano la guardia, Velickovic mette la tripla del +20 (40-60) e poi nell'ultimo periodo c'è spazio per le giocate di Mosley e dell'ex torinese McAdoo, al debutto coi bianconeri serbi.

  • Dolomiti Energia Trento: Kelly 4, Blackmon 12, Craft 10, Gentile 4, Pascolo 2, Mian 10, Forray 6, Knox 6, Mezzanotte, Ladurner, King 4. All. Brienza.
  • Partizan Belgrado: Walden 5, Zagorac 11, Paige 11, Gordic 3, McAdoo 4, Jaramaz 9, Velickovic 3, Bircevic 8, Jankovic 9, Thomas 9, Trifunovic 9, Mosley 2. All. Trinchieri.

Video - Highlights: Dolomiti Energia Trento-Partizan Belgrado 59-83

03:15
0
0