Imago

Il CSKA batte l'Efes e resta in scia al Fenerbahce, corsaro a Podgorica! Ok Olympiacos e Barcellona

Il CSKA batte l'Efes e resta in scia al Fenerbahce, corsaro a Podgorica! Ok Olympiacos e Barcellona

Il 20/12/2018 alle 23:30Aggiornato Il 21/12/2018 alle 01:06

A Mosca i padroni di casa superano 102-84 l'Anadolu grazie ad un eccellente Clyburne mentre la capolista Fenerbahce supera a domicilio il Buducnost 89-65 e arriva a 10 successi di fila. Bene i Reds di Blatt, 98-77 al Gran Canaria, e i blaugrana, 77-70 in casa del Baskonia.

Eurosport Player: Segui l’evento LIVE

Guarda Eurosport

CSKA Mosca-Anadolu Efes 102-84

Il CSKA Mosca vince una sfida tutt'altro che semplice contro l'Anadolu Efes e riscatta immediatamente il bruciante ko patito ad Istanbul col Fenerbahce. Il big match della Megasport Arena si apre con un primo quarto pirotecnico, chiuso dai padroni di casa avanti 31-24 con la bomba di De Colo, ma coi turchi a contatto in virtù di uno straordinario Beaubois da 16 punti con 4 su 4 dall'arco. Nel secondo periodo il CSKA vola a +11 con Higgins e Rodriguez, tiene in mano il match ma non riesce a mandare al tappeto l'Efes che ha uno sprint importante, risale e con le triple di Moerman e Micic (allo scadere) firma il -2 con cui si va all'intervallo, 56-54. Nella ripresa sono Clyburn, De Colo e Kurbanov a firmare un nuovo strappo (69-61), e il terzo quarto si chiude coi russi a +9 grazie ad un letale Clyburn. La partita si spezza in avvio di ultimo periodo, break di 8-0 del CSKA che vola a +17 (85-68) e poi amministra fino alla fine, toccando anche il +20 con la tripla del 102-82 di De Colo. L'MVP è Clyburn con 24 punti e 11 rimbalzi, De Colo si ferma a 21 mentre Daniel Hackett chiude con 12 punti; sugli scudi anche Sergio Rodriguez che supera quota 1000 assist in carriera in Eurolega. All'Efes non bastano i 24 di Beaubois, 16 nel solo primo periodo.

Video - 1000 assist in Eurolega per Sergio Rodriguez! Che spettacolo l'alley oop per Clyburn

01:12

Video - Highlights: CSKA Mosca-Anadolu Efes 102-84

02:02

Buducnost VOLI-Fenerbahce Beko 65-89

Il Fenerbahce per la prima volta in stagione targato Beko vince in Montenegro contro il Buducnost nel più classico dei testacoda, conquista la decima vittoria di fila e si conferma capolista solitaria (13-1). La gara non è però semplice per la formazione di Obradovic perchè, aldilà del +8 nel primo periodo (18-26), devono fare i conti con un Buducnost grintoso che nel secondo periodo pareggia sul 34-34 con Jackson, va anche a +3 e costringe i vice campioni d'Europa in carica ad andare al riposo lungo sul 40-40. Nel terzo periodo i padroni di casa provano a restare in corsa ma il Fenerbahce cambia marcia e, coi canestri di Lauvergne, Vesely e una bomba di Green, allunga sul +12 (63-51): è il momento chiave perchè da lì i turchi non si voltano più indietro e poi nell'ultimo quarto sigillano il risultato toccando il +24 dopo un parziale di 13-0. Sugli scudi i due lunghi Vesely, 19 punti con 9 rimbalzi, e Lauvergne, 17 con 6 rimbalzi e 2 triple a segno. Per il Buducnost il migliore è Earl Clark, 15 punti.

Video - Highlights: Buducnost VOLI-Fenerbahce Beko 65-89

02:18

Olympiacos Pireo-Herbalife Gran Canaria 98-77

E' tutto facile per l'Olympiacos che travolge l'Herbalife Gran Canaria, centra la terza vittoria in fila e aggancia l'Efes al quarto posto. I greci di David Blatt chiudono il primo periodo sul 20-14, poi nel secondo quarto, dopo che gli ospiti tornano a -3 con una bomba dello specialista Eriksson, l'Olympiacos trova lo strappo con le triple di Williams-Goss, Strelnieks e Printezis e va all'intervallo lungo sul +19, 52-33. Nella ripresa non c'è storia, i biancorossi conservano sempre un vantaggio attorno ai 20 punti e fanno il pieno di fiducia in vista della trasferta di Istanbul contro il Darussafaka dopo Natale. Per l'Herbalife è il secondo stop di fila dopo le tre vittorie consecutive, compresa quella a Milano. Grande prova dell'eterno Spanoulis, 21 punti con 8 assist, bene anche Printezis con 16. Per Gran canaria il migliore è l'ultimo arrivato Sim Sander-Vene, ex Reggio Emilia e Varese, con 15 punti.

Video - Highlights: Olympiacos Pireo-Herbalife Gran Canaria 98-77

02:11

Kirolbet Baskonia Vitoria-Barcellona Lassa 70-77

Dopo 4 sconfitte consecutive il Barcellona ritrova il successo vincendo alla Fernando Bruesa Arena contro il Kirolbet Baskonia, formazione che veniva invece da tre vittorie, l'ultima in casa di Gran Canaria. I blaugrana iniziano meglio e toccano il +7 nel primo quarto con un canestro di Singleton, poi nel secondo periodo c'è il rientro dei padroni di casa che si spingono fino a -1 con la terza tripla di Janning e all'intervallo lungo la gara è in sostanziale equilibrio, 42-39 per gli ospiti guidati da Pesic. In avvio di ripresa il Baskonia trova il sorpasso con una bomba di Vildoza (46-44) e poi allunga fino a +9 (55-46) grazie a Hilliard e al solito Janning. Il Barcellona però non si arrende e nel quarto periodo torna in corsa: Pangos accorcia le distanze, Oriola mette la tripla del +2, poi sono ancora Pangos e Ribas a punire dall'arco per il +11 (62-73). Il break è letale per i padroni di casa che alzano bandiera bianca e chiudono il momento positivo: non bastano i 19 punti con 5 triple dell'ex Siena e Casale Janning. Il Barcellona ha 16 punti da Pangos e 14 da Seraphin.

Video - Highlights: Kirolbet Baskonia Vitoria-Barcellona Lassa 70-77

02:15

Video - Run'n'Gun: L'arte del tiro da 3. Segreti e maestri: da Bird a Miller, fino a Belinelli e Curry

14:53
0
0