LaPresse

Milano presente all'appello di Eurolega: 71-82 al Buducnost con Micov, Nedovic e James sugli scudi

Milano presente all'appello di Eurolega: 71-82 al Buducnost con Micov, Nedovic e James sugli scudi

Il 12/10/2018 alle 19:45Aggiornato Il 12/10/2018 alle 21:03

L’AX Armani Exchange chiude con 11 punti di margine una gara quasi sempre controllata. James e Nedovic danno lo strappo iniziale alla gara, poi la rimonta dei padroni di casa fino al -4. Ci pensa Micov a mettere il punto esclamativo con un secondo tempo da vero Professore. Beneficiata dell’Olimpia, che spara da tre punto col 50%.

Eurosport Player: Segui l’evento LIVE

Guarda Eurosport

Buona la prima per l’Olimpia Milano, che vince a Podgorica col Budcnost 71-82. Pianigiani trova dai suoi un bellissimo primo quarto, che lancia la squadra in doppia cifra di vantaggio. Poi la fisiologica difficoltà nella parte centrale della gara (Buducnost a -4) e infine consolida il vantaggio e porta a casa i primi due punti. Bene Micov, la sicurezza dell’AX, ma anche Della Valle che tira col 100% nelle prime tre conclusioni. Senza dimenticare le prestazioni di James e Nedovic, devastanti nella prima parte.

La partita

Pianigiani, per la prima in Eurolega, sceglie Nedovic, James, Micov, Brooks e Tarczewski. Quintetto equilibrato e “grosso”, per dare un’impronta alla gara. I suoi difendono forte e lasciano gli avversari senza canestri dal campo nei primi 2 minuti e mezzo, andando 0-4 ma prendendo subito un controparziale con la tripla di Clark. Nessun problem: l’Olimpia è implacabile al tiro (iniziale 8/11 dal campo) e il +12 è presto fatto con 7 punti in fila di Mike James e i padroni di casa inchiodati a quota 7. Presenza in area e difesa danno sostanza a un primo quarto perfetto, che l’AX chiude meritatamente avanti 11-22. Il Buducnost torna sotto fino a -9 e, sfruttando le rotazioni dell’Olimpia, sale fino a -4. Il rientro di Nedovic e Gudaitis rimette le cose al loro posto: +11 al 20’.

Con Gudaitis al posto di Tarczewski in avvio di ripresa, Milano rimette 14 punti tra sé e il Buducnost, che paga la pessima serata al tiro di Earl Clark (0/6 da due fin qui). Ma salito il volume del pubblico di casa, la squadra viene spinta fino al -8 restando aggrappata alla partita. L’AX pecca di frenesia perdendo qualche pallone di troppo e lasciando secondi tiri ai padroni di casa che gli danno fiducia. Clark entra in partita (salendo rapidamente a 11 punti) e la riapre completamente (49-52). Serve la sapienza di Micov per far riprendere fiato all’Olimpia. Due triple e ordine in campo: +8 a fine terzo periodo. C’è spazio anche per Della Valle, che aspetta i palloni buoni per infilare 8 punti senza errori al tiro e tenere i suoi in doppia cifra di vantaggio. Milano resta avanti, James torna a fare canestri importanti ma il Buducnost Voli non vuole mollare, accorciando il gap a -3 a 2’25” dal termine. Il pubblico prende ancora fiducia, serve una mazzata da parte di Milano per chiuderla e non crearsi problemi. Palla a Micov, giocata in post basso e gara decisa lì, col +11 finale che regala ai biancorossi il primo non facile successo in Eurolega.

Il tabellino

Buducnost VOLI Podgorica – AX Armani Exchange Milano 71-82

Buducnost VOLI Podgorica: Jackson 12, Ivanovic 11, Sehovic n.e., Clark 22, Barovic 2, Clarke, Gordic 6, Craft, Z. Nikolic 2, Omic 11, Popovic 5, D. Nikolic. All. Dzikic

AX Armani Exchange Milano: Della Valle 8, James 13, Micov 15, Gudaitis 11, Bertans, Tarczewski 2, Nedovic 14, Kuzminskas 12, Cinciarini n.e., Burns, Brooks 7, Jerrells. All. Pianigiani

Video - Vintage Basket, la dinastia Gallinari: Vittorio il gregario, Danilo il fuoriclasse

01:39
0
0