Getty Images

CSKA e Maccabi vincono i big-match con Real Madrid e Barcellona, il Fenerbahçe prosegue la risalita

CSKA e Maccabi vincono i big-match con Real Madrid e Barcellona, il Fenerbahçe prosegue la risalita
Di Eurosport

Il 14/01/2020 alle 22:51Aggiornato Il 15/01/2020 alle 00:02

Scossoni nella parte alta della classifica nella 19a giornata di Eurolega: CSKA Mosca e Maccabi Tel Aviv vincono i big-match con Real Madrid e Barcellona e agguantano lo stesso Barça formando un gruppetto al terzo posto in classifica (13-6), mentre i blancos perdono la vetta in favore dell'Anadolu Efes Istanbul. Il Fenerbahçe risale verso la zona playoff conquistando la terza vittoria in fila.

CSKA Mosca-Real Madrid 60-55

A cura di Marco Arcari. Cade, dopo 13 successi consecutivi, il Real Madrid e lo fa sul parquet della Megasport Arena contro un CSKA che brilla in fase difensiva nel secondo tempo e trova in Mike James e Kyle Hines i due giocatori fondamentali. Trey Thompkins è subito un fattore in attacco, realizzando ben 9 punti nel 1° quarto e lanciando il Real sul +7 (14-21) al 10’ di gioco, complici anche il 3/13 da 2 e le 4 perse dei padroni di casa. Le difficoltà del CSKA proseguono anche nella frazione successiva, tanto che la squadra di Itoudis realizza solamente 2 canestri su azione e rimane a galla unicamente grazie ai molti viaggi in lunetta conquistati. Nicolas Laprovittola si scatena per il Real Madrid, ma i Blancos sbagliano molto al tiro e rimangono così in vantaggio di 7 lunghezze anche a metà gara (26-33).

Video - Kyle Hines è inarrestabile: 2 schiacciatone per firmare il successo del CSKA sul Real

01:04

Gli ospiti non segnano per oltre 8’ – tra 1° e 2° tempo – e James ne approfitta per dare il sorpasso ai moscoviti con 8 punti consecutivi (34-33 al 25’), coronando un parziale di 14-0. Thompkins tiene in partita il Real e gli consente di mantenere quanto meno la parità a fine 3° quarto (43-43), ma le due squadre continuano a faticare tremendamente in attacco, e non certo solo per difese attente e competenti. Tavares continua a fare la differenza in fase di non possesso con stoppate incredibili, ma Hines replica con schiacciatone prepotenti e la sfida rimane in perfetto equilibrio fino all’ultimo minuto (55-54). Darrun Hilliard piazza la bomba che spezza le ultime resistenze ospiti, ma è ancora Hines, con due grandi difese su Campazzo e Llull, a suggellare il successo moscovita.

  • CSKA Mosca: Bolomboy 2, James 19, Ukhov, Antonov, Voigtmann 3, Vorontsevich, Sant-Roos 4, Koufos 4, Hilliard 14, Kurbanov 4, Hines 10, Baker. All. Itoudis.
  • Real Madrid: Causeur 3, Campazzo 11, Laprovittola 8, Reyes 3, Deck 4, Carroll 2, Tavares 2, Llull, Mickey 5, Thompkins 14, Taylor 3, Mejri n.e. All. Laso.

Video - Highlights: CSKA Mosca-Real Madrid 60-55

03:33

* * *

Khimki Mosca-Valencia Basket 75-84

A cura di Daniele Fantini. Nello scontro diretto a margine della zona playoff, Valencia (9-10) centra la terza vittoria esterna della stagione aggravando la crisi del Khimki Mosca (8-11), alla quarta sconfitta consecutiva e in chiara tendenza negativa. La partita si decide nel finale, quando la formazione ospite piazza un break di 0-9 dopo una coppia di tiri liberi con cui Alexey Shved aveva firmato la parità a quota 75 con 3'36" sul cronometro: i canestri di Fernando San Emeterio e Alberto Abalde affondano un Khimki incapace di trovare la via del canestro fino alla sirena, affossato da cinque errori consecutivi. Percentuali dall'arco e difesa sono i fattori-chiave su cui Valencia costruisce il successo: la squadra di coach Ponsarnau tira 12/29 dall'arco (41%) contro l'8/30 degli avversari (27%) e concede soltanto 28 punti nella ripresa dopo i 47 subiti nel primo tempo.

L'MVP di serata è Fernando San Emeterio, in splendida forma dopo la miglior uscita stagionale della scorsa settimana contro l'Olympiacos: il veterano di Valencia scrive 18 punti e 5 assist con un perfetto 6/6 al tiro (4/4 dall'arco) in soli 20' di azione. Su sponda Khimki ci sono 18 punti di Alexey Shved che sporca però malamente il foglio: 5/18 complessivo al tiro, e un modestissimo 2/11 dalla distanza.

  • Khimki Mosca: Shved 18, Booker 4, Timma 7, Jerebko 7, Jovic 8; Karasev 5, Zaytsev 6, Gill 12, Evans 8. N.e.: Bertans, Monia, Kramer. All.: Kurtinaitis.
  • Valencia Basket: Ndour 7, Van Rossom 3, San Emeterio 18, Sastre 10, Doornekamp 13; Colom 4, Marinkovic, Loyd 2, Abalde 9, Labeyrie 11, Motum 7. N.e.: Vives. All.: Ponsarnau.

Video - Highlights: Khimki Mosca-Valencia Basket 75-84

03:56

* * *

Fenerbahçe BEKO Istanbul-LDLC Asvel Villeurbanne 86-64

A cura di Davide Fumagalli. Non si ferma più il Fenerbahçe, che centra la terza vittoria di fila superando nettamente l'ASVEL Villeurbane, viceversa al terzo ko consecutivo. La squadra di Zelimir Obradovic domina fin dall'inizio e centra l'ottavo successo stagionale che permette ai turchi di agganciare i francesi in classifica e avvicinare sempre di più la zona playoff. Sugli scudi De Colo e Williams, 16 punti a testa, 12 quelli di Datome e 10 con 10 assist e 6 rimbalzi per Sloukas; pesa certamente il rientro dopo 9 gare di fila di Jan Vesely che chiude con 10 punti e 4 rimbalzi. Per l'ASVEL 12 punti di Noua e 10 di Livio, sono 8 quelli del talento Maledon.

Il match vede il Fenerbahce allungare a fine primo quarto (23-15), poi nel secondo periodo l'ASVEL cede di schianto sotto i colpi dei vari Sloukas (tripla del +15), Williams (bomba del 39-19) e Lauvergne che lanciano il Fener a +23, siglato da Vesely. All'intervallo è 49-28 per la formazione di Obradovic. La ripresa inizia con un break di 9-0 di Villeurbane che torna a -12, ma lì il Fenerbahçe risponde e Williams inchioda una terrificante schiacciata per il 62-41. E' la giocata che taglia le gambe all'ASVEL che nell'ultimo periodo non può far altro che incassare le netta sconfitta.

Video - Derrick Williams va ad altezze siderali per due clamorose schiacciate

01:09
  • Fenerbahçe BEKO Istanbul: Westermann 2, De Colo 16, Williams 16, Thomas 2, Datome 12; Nunnally 8, Mahmutoglu, Kalinic 4, Sloukas 10, Vesely 10, Lauvergne 6. N.e.: Muhammed. All.: Obradovic.
  • LDLC Asvel Villeurbanne: Taylor 3, Jekiri 6, Kahudi, Maledon 8, Jean-Charles 10; Lomasz 2, Galliou, Noua 12, Diot 8, Lighty 4, Strazel 3, Payne 8. All.: Mitrovic.

Video - Highlights: Fenerbahce Beko Istanbul-ASVEL Villeurbane 86-64

03:37

* * *

Olympiacos Pireo-Alba Berlino 86-93

A cura di Daniele Fantini. Ritorno amaro per coach Georgios Bartzokas sulla panchina dell'Olympiacos Pireo (7-12): dopo il successo con il Panathinaikos, l'Alba Berlino (6-13) completa lo sweep esterno delle ateniesi e si schioda dall'ultimo posto in classifica centrando la seconda vittoria nelle ultime quattro gare. La squadra tedesca costruisce il trionfo grazie alle ottime percentuali dall'arco (13/23, 57%), spinta dalla grande serata di Marcus Eriksson (22 punti, 6/9 dalla distanza) e Rokas Giedraitis (15 punti, 3/6), mentre l'Olympiacos risponde con un modesto 5/18 (28%) nonostante la netta superiorità in vernice fornita da Nikola Milutinov (15 punti, 5/5) e Georgios Printezis (15 punti, 6/8).

Dopo il -8 accusato all'intervallo (42-50), l'Olympiacos riprende brevemente il controllo della partita con una tripla di Vezenkov che fissa il 71-68 sulla sirena del terzo periodo, ma l'Alba ribalta nuovamente tutto con un contro-break di 2-14 per cominciare l'ultimo quarto, volando con le bombe di Eriksson e Giedraitis. L'ultimo sussulto dei padroni di casa si spegne su un errore in lunetta di Milutinov sull'86-87 a 28" dalla sirena: Spanoulis non concretizza la chance da rimbalzo offensivo e l'Alba può chiudere i conti dalla striscia della carità con Giedraitis e Sikma.

  • Olympiacos Pireo: Koniaris 11, Spanoulis 14, Milutinov 15, Printezis 15, Papanikolaou 7; Rochestie 2, Baldwin 6, Paul 4, Vezenkov 7, Rubit 5. N.e.: Charalampopoulos. All.: Bartzokas.
  • Alba Berlino: Giffey 4, Hermannsson 18, Giedraitis 15, Nnoko 4, Sikma 11; Siva 12, Eriksson 22, Mattisseck, Schneider, Ogbe 3, Thiemann 4, Cavanaugh. All.: Garcia Reneses.

Video - Highlights: Olympiacos Pireo-Alba Berlino 86-93

04:00

* * *

Maccabi FOX Tel Aviv-FC Barcellona 92-85

A cura di Davide Fumagalli. A Tel Aviv non si passa e stavolta a farne le spese è il Barcellona, alla terza sconfitta di fila. Il Maccabi di Sfairopoulos viceversa bissa il successo di Berlino e aggancia il blaugrana e il CSKA al terzo posto con un bilancio di 13-6, nettamente superiore alle aspettative di inizio stagione per gli israeliani. Soprattutto sul parquet amico della Menora Mivtachim Arena i gialloblu sembrano essere inarrestabili e inattaccabili. Sempre più importante Tyler Dorsey, miglior marcatore con 19 punti, bene anche Wilbekin, 18, mentre a 12 ci sono Hunter e Caloiaro, pure lui tornato protagonista dopo un avvio di stagione ai box. Al Barcellona non bastano i 13 punti a testa di Higgins e Delaney e i 22 con 10 rimbalzi di Nikola Mirotic.

Video - Area aperta per il decollo di Jalen "Air" Reynolds che vola a schiacciare

00:50

L'avvio è del Barcellona che chiude il primo quarto avanti 27-20 dopo aver toccato anche il +9 grazie a Delaney e a Davies. Nel secondo periodo Kuric e Mirotic tengono i blaugrana davanti, il Maccabi però risponde con un 8-0 e sorpassa sul 33-32, poi da lì è punto a punto fino all'allungo dei padroni di casa per il 48-41 dell'intervallo firmato da una bomba di Wilbekin. Nella ripresa il Barcellona rimonta da -9 e impatta sul 56-56, lì il Maccabi risponde con tre triple di Wolters, Caloiaro e Dorsey, e torna a +9. Stessa musica nell'ultimo periodo, Maccabi a +12 (71-59) e blaugrana di nuovo vicino con le triple di Kuric, Mirotic e Oriola prima, e di Delaney e Mirotic poi. Il finale è in volata e a decidere è Wilbekin con la tripla dell'88-82 a 33" dalla fine.

  • Maccabi FOX Tel Aviv: Bryant 2, Wilbekin 18, Acy, Hunter 12, Zoosman 7; Reynolds 6, Caloiaro 12, Avdija 3, Jackson 2, Dorsey 19, Wolters 3, Cohen 8. All.: Sfairopoulos.
  • FC Barcellona: Hanga, Higgins 13, Claver 6, Mirotic 22, Tomic 11; Davies 7, Ribas, Smits, Oriola 3, Delaney 13, Kuric 10. N.e.: Abrines. All.: Pesic.

Video - Highlights: Maccabi FOX Tel Aviv-FC Barcellona 92-85

03:24

* * *

Video - Il grande basket torna su Eurosport: Serie A, Eurolega, Eurocup e Champions League

00:30
0
0