Getty Images

Lo Zalgiris sbanca Belgrado, successi casalinghi di Panathinaikos e Zenit San Pietroburgo

Lo Zalgiris sbanca Belgrado, successi casalinghi di Panathinaikos e Zenit San Pietroburgo
Di Eurosport

Il 15/01/2020 alle 23:52Aggiornato Il 15/01/2020 alle 23:55

La 19esima giornata si chiude con la vittoria dei lituani di Kaunas alla Stark Arena contro la Stella Rossa, 76-70; il Panathinaikos di Pitino supera 98-83 il Bayern Monaco con un parziale di 21-2 a cavallo degli ultimi due quarti; il Baskonia cade a San Pietroburgo contro lo Zenit 72-66.

Zenit San Pietroburgo-Kirolbet Baskonia Vitoria 72-66

A cura di Daniele Fantini. La faccia scurissima abbinata alla camminata nervosa di coach Dusko Ivanovic al suono della sirena è il ritratto perfetto della grande occasione persa dal Baskonia (7-12) per tentare di svoltare la stagione e riavvicinarsi alla zona playoff capitalizzando sulla vittoria di due settimane fa contro il Barcellona. Invece, dopo aver fatto soffrire Milano al Forum e aver battuto il Khimki a Mosca nel derby russo della scorsa giornata, lo Zenit San Pietroburgo (6-13) conferma la crescita dell'ultimo periodo festeggiando la terza vittoria nelle ultime cinque partite con annesso abbandono dell'ultima piazza in classifica.

Video - Baskonia gioca sopra il ferro: stoppata di Diop, schiacciata in contropiede di Shengelia

00:33

La squadra di Joan Plaza pesca in Will Thomas e Mateusz Ponitka gli eroi della serata, sia per produzione personale che per i canestri decisivi che valgono aggancio e sorpasso nell'ultimo minuto di partita: Thomas chiuderà a quota 18 e 6 rimbalzi, mentre Ponitka, profilo accostato da tanti intenditori all'Olimpia Milano, ne aggiunge 14 con 6 rimbalzi, 2 assist e 4 palle recuperate. Baskonia, che insegue per tutta la partita prima di mettere per la testa avanti per un battito di ciglia 2' dalla sirena, ha 15 punti da Nik Stauskas e 13 a testa da Tornike Shengelia e Pierria Henry, ma, al netto delle assenze (Granger, Vildoza e Garino su tutti), si conferma ancora una volta squadra con poca anima difensiva e scarsa pericolosità in attacco.

Video - Da una palla quasi persa a una schiacciata: che numero di Will Thomas contro Baskonia

00:28
  • Zenit San Pietroburgo: Iverson 10, Hollins 2, Thomas 19, Renfroe 6, Ponitka 14; Albicy 5, Pushkov, Trushkin, Voronov 3, Zubkov 3, Abromaitis 5, Ayon 5. All.: Plaza.
  • Kirolbet Baskonia Vitoria: Henry 13, Janning 9, Fall 2, Shengelia 13, Shields 4; Diop 4, Garcia, Stauskas 15, Polonara, Eric 6. N.e.: Penava, Gonzalez. All.: Ivanovic.

Video - Highlights: Zenit San Pietroburgo-Kirolbet Baskonia Vitoria 72-66

03:20

* * *

Stella Rossa MTS Belgrado-Zalgiris Kaunas 70-76

A cura di Davide Fumagalli. Dopo 4 vittorie di fila si chiude la striscia della Stella Rossa che perde in casa alla Stark Arena di Belgrado contro lo Zalgiris Kaunas che viceversa riscatta il ko di Madrid col Real e lascia l'ultimo posto della classifica salendo a 6-13 a pari di Zenit, Alba Berlino e Bayern Monaco. Una serata speciale per la squadra lituana che celebra Arturas Milaknis, alla 200esima gara europea in carriera, e soprattutto Paulius Jankunas, che diventa il miglior rimbalzista nella storia dell'Eurolega con 1.783, uno in più del leggendario Felipe Reyes. A decidere la sfida è Lukas Lekavicius con 17 punti, spalleggiato da LeDay con 10. Nella Stella Rossa, che chiude la serata con 7 su 28 da tre, l'unico in doppia cifra è Lorenzo Brown con 14 punti.

La partita si vivacizza nella ripresa, la Stella Rossa prova l'allungo sul 45-38 ma lo Zalgiris risponde con un break di 11-0 (tre bombe di Milaknis), mette la testa avanti e la terrà sostanzialmente fino alla fine. In avvio di ultimo quarto Hayes mette 5 punti in fila per il +9 (53-62), i serbi tornano in corsa rimontando fino anche a -5 ma lo Zalgiris chiude il discorso con un gioco da tre punti di Landale e coi liberi di Lekavicius, Walkup e Ulanovas. Le due squadre torneranno in campo venerdì 17 gennaio per il 20esimo turno: lo Zalgiris giocherà ad OAKA col Panathinaikos mentre la Stella Rossa giocherà ancora in casa con l'Alba Berlino, un match da non fallire per continuare a sognarei playoff.

  • Stella Rossa Belgrado: Kuzmic 8, Punter 5, Brown 14, Lazic 2, Baron 9, Dobric 5, Gist 9, Jenkins 4, Simanic 5, Stimac 9, Jovanovic ne, Ojo ne. All. Sakota.
  • Zalgiris Kaunas: Walkup 8, Rivers 8, Lekavicius 17, Hayes 5, Jankunas, Milaknis 9, Geben 3, Leday 10, Landale 9, Ulanovas 7, Lukosiunas ne, Jokubaitis ne. All. Jasikievicius.

Video - Highlights: Stella Rossa Belgrado-Zalgiris Kaunas 70-76

03:50

* * *

Panathinaikos OPAP Atene-FC Bayern Monaco 98-83

A cura di Davide Fumagalli. L'aria di OAKA fa bene al Panathinaikos che vince in rimonta contro il Bayern Monaco e centra la prima vittoria casalinga del 2020, un successo che permette alla squadra di Rik Pitino di riscattare il ko del Forum contro Milano e di salire a 11-8 di record, in piena zona playoff. Prosegue invece la crisi nera dei bavaresi che incassano il quinto ko di fila (due col nuovo coach Oliver Kostic) e restano in fondo alla classifica con Zenit, Zalgiris e Alba Berlino. Non bastano ai tedeschi i 17 punti con 9 rimbalzi di Monroe e i 14 punti con 4 su 8 da tre e 5 assist del playmaker TJ Bray, al debutto stagionale dopo un lungo stop per infortunio. Nel Pana cinque uomini in doppia cifra: brilla DeShaun Thomas, 18 con 9 rimbalzi, bene anche Papapetrou, 13, e il solito Calathes, 11 con 12 assist.

La gara vede il Panathinaikos iniziare fortissimo, 12-0, e poi addirittura 19-2, ma il Bayern non molla, chiude il primo periodo a -10 (28-18) e poi rimonta, trovando addirittura il sorpasso prima dell'intervallo sul 53-51 con una tripla di Koponen. Nella ripresa l'inerzia resta ai bavaresi che arrivano fino al +9 (61-70) con tre bombe di Huestis e Maodo Lo. A questo punto i greci vedono le streghe e si svegliano: la reazione è veemente, clamoroso break di 21-2 diretto da Calathes e finalizzato dai vari Thomas, Rice, Papapetrou e Papagiannis, e Panathinaikos avanti 89-77. E' il momento decisivo del match perchè da lì alla fine è pura gestione per la squadra di Pitino che venerdì 17 gennaio giocherà in casa contro lo Zalgiris Kaunas. Fra 48 ore anche il Bayern di nuovo in campo, sempre ad Atene ma con l'Olympiacos.

  • Panathinaikos OPAP: Thomas 18, Rice 12, Papagannis 8, Rautins, Papapetrou 13, Vougioukas, Johnson 5, Fredette 4, Calathes 11, Wiley 11, Mitoglou 11, Bentil 5. All. Pitino.
  • FC Bayern Monaco: Bray 14, King, Koponen 12, Monroe 17, Lucic 4, Lo 5, Zipser 10, Flaccadori, Barthel 3, Lessort 3, Huestis 11, Radosevic 4. All. Kostic.

Video - Highlights: Panathinaikos OPAP-FC Bayern Monaco 98-83

03:21

* * *

Video - Il grande basket torna su Eurosport: Serie A, Eurolega, Eurocup e Champions League

00:30
0
0