Imago

Prima volta europea per Sassari! La Dinamo di Pozzecco vince la FIBA Europe Cup: Wurzburg ko

Prima volta europea per Sassari! La Dinamo di Pozzecco vince la FIBA Europe Cup: Wurzburg ko

Il 01/05/2019 alle 18:55Aggiornato Il 01/05/2019 alle 20:48

Dopo il +5 dell'andata, la squadra del presidente Stefano Sardara si impone 81-79 alla St. Oliver Arena di Wurzburg e conquista il suo primo trofeo continentale, 4 anni dopo il Triplete Scudetto-Supercoppa-Coppa Italia con Meo Sacchetti. La Dinamo di Gianmarco Pozzecco succede all'Umana Reyer Venezia, vincitrice della coppa FIBA nel 2018.

Nove anni dopo la storica promozione in Serie A e quattro anni dopo il mitico "Triplete" Scudetto-Supercoppa-Coppa Italia con Meo Sacchetti, la Dinamo Sassari vince la FIBA Europe Cup e mette in bacheca il suo primo trofeo continentale. A firmare il successo è Gianmarco Pozzecco, subentrato in corsa ad Enzo Esposito e capace di regalare al club di Stefano Sardara la prima coppa internazionale. Decisivo il successo nella doppia finale contro i tedeschi del St. Oliver Wurzburg: dopo l'89-84 al PalaSerradimigni, la Dinamo si impone 81-79 in Germania per la 14esima vittoria di fila tra tutte le competizioni e succede così all'Umana Reyer Venezia nell'albo d'oro della competizione.

S.Oliver Wurzburg - Dinamo Sassari 79-81

Tutto esaurito alla St. Oliver Arena per la finale di ritorno della FIBA Europe Cup: si parte dall'89-84 dell'andata in favore di Sassari. L'avvio è tutto dei tedeschi, Thomas firma il 10-10 per la Dinamo ma poi Oliver e l'ex di turno Olaseni producono il 26-19 con cui si chiude il primo periodo. Anche nel secondo quarto la gara va a fiammate, Thomas segna il -1 (28-27), poi arriva un parziale di 11-2 di Wurzburg con la tripla di Bowling e il jumper dell'ex Varese Cameron Wells per il massimo vantaggio sul +10 (39-29). Il Banco di Sardegna però non molla e resta a galla grazie a Cooley e Pierre per il -5, 46-41, scarto con cui si torna negli spogliatoi per l'intervallo e che vale la perfetta parità nel doppio confronto.

La ripresa vede Wurzburg partire forte e Olaseni mette i liberi del nuovo masimo vantaggio, +11 sul 57-46. La Dinamo però non cede, risponde con McGee e Pierre per -2 e poi sale in cattedra Stefano Gentile che infila il canestro e poi la tripla del -1 in risposta a Bowlin: al 30' è 65-64 per la squadra allenata da Wucherer. L'ultimo quarto si apre con un botta e risposta dall'arco tra Gentile e Bowlin, poi sale in cattedra Rashawn Thomas che sorpassa sul 70-68 e poi Polonara firma il +4 a rimbalzo offensivo. Da lì il Wurzburg non segna più, la Dinamo mantiene i nervi saldi, segna i liberi del 79-77 con Thomas e Spissu, e poi è Jaime Smith a fissare il punteggio sull'81-79 sempre dalla lunetta.

A firmare la 14esima vittoria di fila tra campionato e coppa sono Pierre, 19 punti e 7 rimbalzi, Jaime Smith, 15, e Rashawn Thomas, 14 punti; da non sottovalutare i 10 di Stefano Gentile e i 6 di Achille Polonara. Nel Wurzburg il top scorer è Bowlin, 20 punti con 6 triple, mentre l'ex varesino Cam Wells ne aggiunge 18.

Albo d'oro FIBA Europe Cup

Anno Vincitrice Finalista Risultato
2019 Dinamo Sassari St. Oliver Wurzburg (GER) 89-84; 79-81
2018 Umana Reyer Venezia Sidigas Avellino 77-69; 81-79
2017 Nanterre '92 (FRA) Elan Chalon (FRA) 58-58; 82-79
2016 Fraport Skyliners (GER) Openjobmetis Varese 66-62

Video - Run'n'Gun: le ultime bandiere nel basket, perché stanno scomparendo?

14:58
0
0