Getty Images

Sacchetti: "Con la Serbia capiremo di che pasta siamo fatti", Belinelli: "La vittoria fa bene"

Sacchetti: "Con la Serbia capiremo di che pasta siamo fatti", Belinelli: "La vittoria fa bene"

Il 02/09/2019 alle 12:09Aggiornato Il 02/09/2019 alle 12:10

Dal nostro partner OAsport.it

Una prestazione però con qualche ombra nella ripresa, con alcuni giocatori che hanno interpretato la partita, forse, con un filo di superficialità. Un atteggiamento che al CT non è piaciuto, anche perché nella prossima sfida contro i serbi servirà concentrazione massima dall’inizio alla fine. Queste le parole di Sacchetti, ai microfoni di Sky Sport, che nel suo stile non le manda a dire:

"Abbiamo raggiunto l’obiettivo minimo. Sicuramente siamo arrivati qui su un percorso non facile, visti gli infortuni e le sconfitte. Abbiamo fatto una preparazione impegnativa però qui ci siamo compattati e abbiamo fatto il nostro, nulla di speciale. Oggi abbiamo giocato un buon primo tempo in difesa, ora vediamo contro la Serbia e capiremo di che pasta siamo fatti. Non mi è piaciuto l’atteggiamento di alcuni giocatori che, pur avendo tutto da dimostrare, sono stati un po’ sufficienti"

Considerazioni a cui si è associato anche Belinelli

"Siamo stati bravi ad affrontare la prima parte del match, mentre nella ripresa non siamo stati all’altezza. Non ci possiamo permettere di sottovalutare nessuno ma di sicuro la vittoria fa bene. Ora contro la Serbia sarà dura, loro sono la squadra più forte, noi non abbiamo paura e daremo il 100%"

Video - Il presidente Petrucci: "Ci sono i presupposti per fare bene. Sacchetti sa chi portare in Cina"

01:32
0
0