LaPresse

Polonia-Italia, la partita del destino: vincere per qualificarsi ai Mondiali di Cina

Polonia-Italia, la partita del destino: vincere per qualificarsi ai Mondiali di Cina

Il 01/12/2018 alle 17:30Aggiornato Il 01/12/2018 alle 21:01

Domenica 2 dicembre, alle ore 20.15, l'Italia chiude la seconda tornata del secondo round delle qualificazioni ai Mondiali nella trasferta di Gdansk contro la Polonia: una vittoria vale il pass matematico per la Cina. All'andata, gli Azzurri vinsero 101-82 a Bologna, ma ora dovranno fare a meno di Datome, Melli, Brooks e Della Valle, mattatore di quella partita con 28 punti e 8 triple.

Da Slaughter a Lampe: i punti di forza della Polonia

# Giocatore Ruolo Altezza Età
1 Maciej Lampe C 207 1985
3 Michal Sokolowski SF 196 1992
5 Aaron Cel PF 203 1987
6 A.J. Slaughter PG 191 1987
7 Krzysztof Sulima C 202 1990
9 Mateusz Ponitka SG 197 1993
10 Lukasz Kolenda PG 190 1999
12 Adam Waczynski SF 195 1989
25 Michal Nowakowski PF 202 1988
13 Karol Gruszecki SG 196 1989
34 Adam Hrycaniuk C 206 1984
55 Lukasz Koszarek PG 187 1984

Oltre a Slaughter, che al PalaDozza ne mise 28 con 6 triple, gli osservati speciali rimangono bene o male i soliti noti: sul perimetro, occhio a Mateusz Ponitka, guardia in forza al Lokomotiv Kuban, e Adam Waczynski, specialista tiratore, visto anche in Eurolega l'anno scorso con l'Unicaja Malaga. La novità è Maciej Lampe, il centro veterano classe 1985 rientrato nei ranghi dopo un paio di comparsate nel primo round: il big-man polacco, che sta consumando gli ultimi anni della sua carriera in Cina, è reduce da una partita molto solida contro l'Olanda, dove ha riempito il tabellino con 17 punti, 7 rimbalzi, 4 assist e 2 stoppate. Lampe farà coppia sotto canestro con Adam Hrycaniuk, altro veterano di grande esperienza e fisicità, che potrà dar fastidio al front-court azzurro, relativamente leggero. Tra i "grandi vecchi" è obbligatorio citare anche Lukasz Koszarek, altro giocatore ben conosciuto in Italia per il biennio trascorso alla Juve Caserta tra il 2009 e 2011.

Il 14 settembre, l'Italia batté la Polonia 101-82 al PalaDozza di Bologna: Amedeo Della Valle giocò una grande partita con 28 punti e 8/11 dall'arco.

L'Italia: torna Cinciarini, si rivede Fontecchio

Un paio di cambi per Meo Sacchetti rispetto alla partita di giovedì scorso contro la Lituania: Andrea Cinciarini e Simone Fontecchio saranno tra i 12 convocati al posto di Michele Vitali e Giampaolo Ricci. Cinciarini si è aggregato al gruppo azzurro dopo aver giocato con l'Olimpia Milano la trasferta di Kaunas contro lo Zalgiris, mentre Fontecchio, presente al raduno di Brescia, era stato tenuto a riposo nella scorsa partita.

# Giocatore Ruolo Altezza Età
4 Pietro Aradori SG 196 1988
5 Alessandro Gentile SF 200 1992
6 Paul Biligha C 200 1990
7 Luca Vitali PG 201 1986
12 Ariel Filloy PG 190 1987
13 Simone Fontecchio SF 203 1995
20 Andrea Cinciarini PG 193 1986
23 Awudu Abass SF 200 1993
27 Stefano Tonut SG 194 1993
32 Christian Burns C 203 1985
33 Achille Polonara PF 205 1991
41 Brian Sacchetti PF 200 1986

La classifica del Gruppo J

Squadra Punti Vittorie Sconfitte
Lituania* 16 8 1
Italia 14 7 2
Polonia 10 5 4
Croazia 8 4 5
Ungheria 8 4 5
Paesi Bassi 6 3 6

*Le prime tre classificate si qualificano per i Mondiali di Cina 2019. La Lituania è già matematicamente qualificata.

0
0