Getty Images

Team USA abdica, la Francia vola in semifinale! Fallimento per la nazionale di Popovich

Team USA abdica, la Francia vola in semifinale! Fallimento per la nazionale di Popovich

Il 11/09/2019 alle 16:45Aggiornato Il 11/09/2019 alle 16:59

La selezione statunitense, campione del mondo nel 2010 e nel 2014, esce ai quarti di finale in Cina, battuta da una solidissima Francia che si impone 89-79 e ora sfiderà l'Argentina di Campazzo e Scola. Match segnato dalla superiorità fisica di Rudy Gobert, 21 punti e 16 rimbalzi, dai canestri di Fournier, 22 punti. In semifinale anche l'Australia: 82-70 alla Repubblica Ceca.

La partita vede la Francia prendere il pallino fin dall'inizio mentre Team USA è sempre costretta ad inseguire. All fine del primo quarto è parità, 18-18, ma la superiorità di Gobert e soci è evidente a livello fisico. Nel secondo quarto Popovich abbassa il quintetto ma i Bleus volano a +7 con le triple di Albicy e Fournier; gli americani faticano, non riescono a correre e attaccano male, ma un clamoroso Mitchell da 15 punti li tiene a galla e all'intervallo c'è partita: "solo" 45-39 per i transalpini. La ripresa si apre con l'allungo della Francia, +10 con Batum e Fournier, anche perchè Turner e Kemba Walker commettono il 3° fallo. Nel momento peggiore però Team USA si rianima e, aggrappata al solito Mitchell (14 nel solo 3°), e al buon impatto di Smart, Middleton e Barnes, rimonta, pareggia sul 60-60 e poi avvio di quarto periodo arriva fino a +7, 72-65 con un piazzato di Walker. Sembra l'inizio dell'allungo americano e invece la squadra di Popovich si blocca di nuovo. La Francia ne approfitta, Gobert torna ad essere un rebus e, a sorpresa, Frank Ntilikina, firma i canestri decisivi: il giovane esterno dei New York Knicks mette due triple per il 76-76 e per l'82-76, e la Francia c'è! E' il colpo di grazie per Team USA che non segna più, Walker e Mitchell forzano senza alcuna lucidità, e così la Francia gestisce il margine fino alla sirena finale.

Evidente la superiorità fisica della Francia come dimostra il 44 a 28 a rimbalzo (13 offensivi) e i numeri di Gobert; Team USA ha provato a sopperire cambiando strategia e abbassando il quintetto ma non è mai riuscita a correre e ad andare in contropiede, e di conseguenza il solo Donovan Mitchell non è bastato. Inoltre americani traditi da Kemba Walker, considerato l'unica grande stella: 10 punti ma 2 su 9 ai liberi e 4 perse (sulle 11 della squadra).

Rudy Gobert, Francia-Stati Uniti

Rudy Gobert, Francia-Stati UnitiGetty Images

Australia-Repubblica Ceca 82-70

Nell'altro quarto di finale, l'ultimo del programma, pronostico rispettato per l'Australia che batte la Repubblica Ceca e venerdì mattina alle 10, ora italiana, sfiderà la Spagna di Sergio Scariolo per un posto in finale. Il match resta in equilibrio per un tempo, il primo, chiuso coi Boomers avanti 33-30; nella ripresa, dopo la parità dei cechi sul 43-43, l'Australia piazza un terrificante break di 20-3 coi canestri di Landale, le triple di Goulding e le schiacciate di Bogut, e di fatto spacca la partita. Nell'ultimo periodo non c'è storia, la Repubblica Ceca rimonta fino a -8 ma non va mai oltre e così sono gli "Aussie" a staccare il pass per la semifinale. Per i Boomers brilla il solito Patty Mills, 24 punti con 6 triple, 14 sono i punti di Goulding, 10 quelli di Bogut. Alla Repubblica Ceca non bastano i 21 dell'ex Pistoia Patrick Auda e la "quasi tripla doppia" di Satoransky con 13 punti, 13 assist e 9 rimbalzi.

Il grande basket torna su Eurosport

Video - La Giornata Tipo racconta... Facundo Campazzo, il play tascabile

01:52
0
0