Imago

I risultati della notte: un super Gallinari (32) trascina i Clippers al successo contro Doncic

I risultati della notte: un super Gallinari (32) trascina i Clippers al successo contro Doncic

Il 21/12/2018 alle 07:56

Dal nostro partner OAsport.it

Soltanto due partite in programma nella notte NBA. Lo spettacolo non è però mancato e la sfida tra Los Angeles Clippers e Dallas Mavericks ha regalato un appassionante duello tra due dei migliori giocatori europei della lega: Danilo Gallinari e Luka Doncic. La formazione di Doc Rivers è riuscita a spuntarla nel finale tornando alla vittoria dopo quattro sconfitte consecutive. Nell’altra partita in programma gli Houston Rockets sono caduti in casa dei Miami Heat, nonostante l’ennesima grande prestazione di James Harden.

Nella sfida tra Los Angeles Clippers e Dallas Mavericks, vinta dai padroni di casa con il punteggio di 125-121, sono due gli indiscussi protagonisti. Danilo Gallinari trova la miglior prestazione della stagione e con 32 punti trascina al successo la propria formazione, ben supportato da Lou Williams (26 punti). Luka Doncic pareggia la sfida personale con l’azzurro mettendo a segno anche lui 32 punti, ma lo sloveno non basta agli ospiti per tornare a casa con una vittoria. Primo quarto molto equilibrato: Dallas prova il primo strappo con Barnes e Doncic e allunga sul +6 (14-20), ma Beverly e Harrel portano in vantaggio i Clippers e il primo parziale si conclude sul 30-27. Decisamente favorevole ai padroni di casa invece il secondo periodo. Los Angeles comincia al meglio e trova il +9 con una tripla di Williams (39-30). Dallas non riesce a ridurre lo svantaggio e all’intervallo lungo è costretta ad inseguire sul 65-54.

La reazione dei Mavericks arriva nella ripresa: uno scatenato Doncic riporta i compagni a cinque punti di distacco (70-65). Quando i Clippers sembrano sul punto di cedere sale in cattedra Danilo Gallinari: nove punti dell’azzurro restituiscono un buon margine alla formazione di Doc Rivers (81-74). Dallas però non molla e si rimette ad un solo possesso di distanza (85-82), ma nel finale ci pensa Williams a fissare il punteggio sul 89-82. Nell’ultimo quarto la battaglia riprende accesissima: i Mavericks ritrovano subito la parità (90-90) e passano anche in vantaggio con Finney-Smith dalla lunetta (101-98). Ancora una volta è Gallinari a risolvere i problemi ai Clippers e con sette punti consecutivi ristabilisce la perfetta parità a 3.40 dalla fine (111-111). Negli ultimi minuti Dallas si blocca: Williams e Harrell aprono un parziale di 6-0 e l’azzurro schiaccia il +8 con un solo minuto da giocare (119-111). È lo strappo decisivo: i Mavericks provano a rientrare ma non c’è più tempo e la sfida termina sul 125-121.

Si fa male Chris Paul

Nella seconda sfida in programma, non bastano 35 punti di James Harden agli Houston Rockets per superare i Miami Heat e centrare la sesta vittoria consecutiva. La formazione di Erik Spoelstra si impone tra le mura amiche per 101-99, al termine di una partita equilibrata, decisa nell’ultimo periodo grazie anche alle ottime prove di Josh Richardson (22 punti) e di Tyler Johnson (19 punti). Primo quarto decisamente favorevole agli ospiti: sei punti di Harden in avvio valgono il primo strappo (2-11). Miami prova a rientrare ma una tripla di House vale addirittura +13 (17-30), e il primo parziale si chiude in netto vantaggio per Houston (21-33). Nel secondo quarto si fa male Chris Paul: problema muscolare che secondo D'Antoni costringerà ai box "per un po'" la sua stella. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e nel secondo quarto gli Heat rientrano fino a due punti di svantaggio grazie a Richardson (43-45). Prima dell’intervallo però è ancora Harden da tre punti a ridare un buon margine ai Rockets (53-58).

L’inerzia della partita cambia nella ripresa: nel terzo quarto Miami trova il sorpasso grazie ai primi punti della serata di Johnson (64-63). Grande equilibrio nel resto del parziale, ma nel finale Richardson e Jones portano i padroni di casa sul +6 (82-76). Gli Heat provano a chiudere l’incontro in avvio di ultimo quarto, scappando sul +11 (90-79), ma Houston reagisce e passa ancora in vantaggio con due liberi di Harden a 4.30 dalla fine (91-92). Miami però risponde immediatamente grazie a uno scatenato Johnson e allunga sul +5 con 1.50 da giocare (99-94). Ultimo minuto concitato: due liberi di Wade confermano i cinque punti di vantaggio per gli Heat, ma Gordon dall’arco riduce lo svantaggio ad un solo possesso. I padroni di casa perdono malamente il pallone e concedono il tiro della vittoria agli ospiti, ma ancora Gordon sbaglia la tripla e finisce 101-99 per Miami.

I risultati della notte:

Miami Heat – Houston Rockets 101-99

Los Angeles Clippers – Dallas Mavericks 125-121

0
0