Getty Images

I risultati della notte: Cleveland cade subito, Boston passa all'overtime e Houston soffre ma vince

I risultati della notte: Cleveland cade subito, Boston passa all'overtime e Houston soffre ma vince

Il 16/04/2018 alle 08:18Aggiornato Il 16/04/2018 alle 08:22

Dal nostro partner OAsport.it

Secondo giro di gara-1 del primo turno dei playoff della NBA. La sorpresa è arrivata dalla Quicken Loans Arena, dove i Cleveland Cavaliers sono stati battuti per 98-80 dagli Indiana Pacers, che si sono così portati a casa il primo punto della serie. Una vittoria d’autorità, scavando un solco importante già nel primo periodo (+21) e allargandolo poi nel terzo (+23). I Cavs hanno saputo ricucire fino al -7 negli ultimi 12′, ma è stato Victor Oladipo, con i suoi 23 punti, a mantenere le distanze. Inizio in salita, dunque, per LeBron James, nonostante una tripla doppia da 24 punti, 12 assist e 10 rimbalzi: per il Re si tratta della prima sconfitta in una gara-1 di primo turno (12-0 il record prima di stanotte).

Rimanendo ad Est, è servito un overtime ai Boston Celtics per avere ragione dei Milwaukee Bucks nel primo episodio della loro serie (113-107). È stato un incontro equilibrato, con un finale in volata da batticuore: con 10.3″ da giocare nei regolamentari, infatti, Terry Rozier (23 punti) sembrava aver risolto la parità in favore di Boston, ma Khris Middleton (31 punti) ha risposto con la stessa moneta sulla sirena. Nel supplementare, poi, altro finale in volata, vinto dai Celtics nella girandola di tiri liberi sfruttando l’uscita per falli di Giannis Antetokounmpo, scatenato fin lì con 35 punti e 13 rimbalzi. Per Boston 24 di Al Horford e 21 di Jaylen Brown.

Fattore campo rispettato, invece, nei due incontri della Western Conference. Houston ha sofferto contro Minnesota, ma alla fine l’ha spuntata per 104-101. Ai Rockets è servita un’accelerata nel quarto periodo (9-0 di parziale) per prendere il comando del punteggio in vista del finale, in cui i Timberwolves hanno avuto il tiro del pareggio con 1.5″ sul cronometro, ma la tripla di Jimmy Butler (13 punti) è risultata corta. A trascinare i texani è stato come sempre James Harden, autore di 44 punti con 7/12 da tre punti. A fare la differenza, però, è stato anche Clint Capela, vincitore, con i suoi 24 punti e 12 rimbalzi, del duello con Karl-Anthony Towns, tenuto a soli 8 punti (con 12 rimbalzi).

Grande prova di Paul George, protagonista di 36 punti nella vittoria di Oklahoma City per 116-108 contro Utah. L’ex Indiana ha stabilito il nuovo record di franchigia per i playoff con 8 triple realizzate (su 11 tentativi), per un totale di 13/20 dal campo. I Thunder, capaci di recuperare il 4-16 iniziale senza poi più voltarsi indietro, hanno avuto il solito contributo anche da Russell Westbrook, in doppia doppia da 29 punti e 13 rimbalzi. Ai Jazz, sotto 0-1 nella serie, non è bastato il contributo di Donovan Mitchell (27 e 10 rimbalzi), limitato nel corso del secondo tempo per un problema al piede sinistro che lo aveva già costretto ad abbandonare momentaneamente il parquet.

I risultati della notte:

Boston Celtics–Milwaukee Bucks 113-107 (OT) (serie 1-0)
Cleveland Cavaliers–Indiana Pacers 80-98 (serie 0-1)
Oklahoma City ThunderUtah Jazz 116-108 (serie 1-0)
Houston RocketsMinnesota Timberwolves 104-101 (serie 1-0)

Video - Basketball Heroes: Gianmarco Pozzecco, la "Mosca Atomica" tra passione e follia

03:29
0
0