Getty Images

Stephen Curry ci prova col golf ma non è il suo sport: ultimo nel secondo giro, non supera il taglio

Stephen Curry ci prova col golf ma non è il suo sport: ultimo nel secondo giro, non supera il taglio

Il 11/08/2018 alle 19:34Aggiornato Il 11/08/2018 alle 19:35

La stella dei Golden State Warriors, grande appassionato, ha sfidato i professionisti nell'Ellie Mae Classic, torneo in programma a Hayward, California. "E' stata un'opportunità incredibile", ha detto il tre volte campione NBA.

Il golf è la sua più grande passione, appena può scende sul green e ha anche giocato con l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, ma quando è sul parquet con la divisa dei Golden State Warriors è decisamente un'altra cosa. Infatti Stephen Curry ha deciso di partecipare per il secondo anno consecutivo all'Ellie Mae Classic, torneo in programma a Hayward, California, e ha provato a sfidare i professionisti, ma gli è andata male: dopo un buon primo giro, chiuso con 71 colpi, uno sopra il par e a -8 dai primi, è precipitato nel secondo giro, chiuso in ultima posizione con 86 colpi e non passando di conseguenza il taglio.

Curry, sceso sul percorso con una sacca che raffigurava i tre titoli NBA vinti coi Golden State Warriors, si è comunque divertito e ha giocato per una nobile causa visto che ha donato 25.000 dollari a favore della lotta contro il cancro di Jane Harrington, moglie del golfista Scott che ha scelto di ritirarsi per stare vicino alla moglie malata.

" E' stata un'opportunità incredibile di misurarmi in una situazione di massima pressione e stress. Sapevo che avrei dovuto osare per passare il taglio, ma dopo le prime 2 buche le cose non sono decisamente andate nella mia direzione. Ho provato ad adottare la stessa tecnica che uso sul parquet quando i tiri non entrano: ho provato a concentrarmi su qualcosa che riesco a fare. Sono comunque orgoglioso di come ho giocato, soprattutto nel primo giro quest'anno e nei due dello scorso anno. Terrò a mente questo quando tornerò il prossimo anno"

0
0