Getty Images

I risultati della notte: Boston ko coi Clippers di Gallinari, fuochi d'artificio tra OKC e Rockets

I risultati della notte: Boston ko coi Clippers di Gallinari, fuochi d'artificio tra OKC e Rockets

Il 10/02/2019 alle 07:47Aggiornato Il 10/02/2019 alle 09:00

Dal nostro partner OAsport.it

Notte NBA particolarmente piena di emozioni, quella che è andata in scena sui parquet di mezza America, con più d’un risultato a sorpresa ed un duello realizzativo rispecchiatosi anche in partita.

I Los Angeles Clippers superano i Boston Celtics per 112-123 con una partita che vede i Celtics volare sul +23 nel primo quarto, ma cedere di schianto negli ultimi due, con i Clippers sulle ali di otto uomini in doppia cifra, tra cui spiccano Montrezl Hazell (21 punti) e Danilo Gallinari (19 e 10 rimbalzi) contro i 19 di Gordon Hayward. Tra Houston Rockets e Oklahoma City Thunder la storia si fa simile: i Rockets vanno avanti di 22 all’intervallo, ma i Thunder recuperano tutto il distacco in un quarto e poi la spuntano nel finale per 112-117 con una penetrazione di Russell Westbrook (tripla doppia per lui con 21 punti, 12 rimbalzi e 11 assist) e con i 45 punti di Paul George, che vince la sfida con i 42 di James Harden.

I Washington Wizards superano i Chicago Bulls per 125-134 con 31 punti di Bradley Beal, undici assist di Tomas Satoransky e, più in generale, sette uomini in doppia cifra che vanificano i 26 punti di Zach LaVine. Vittoria significativa anche per gli Utah Jazz, che sfruttano il secondo quarto per mandare KO i San Antonio Spurs col punteggio di 125-105. Miglior realizzatore dei padroni di casa è Donovan Mitchell con 23 punti, gli stessi di DeMar DeRozan dall’altra parte. Marco Belinelli chiude con 11 in 27’36” di gioco.

Comodo successo degli Indiana Pacers sui Cleveland Cavaliers per 105-90, con Bojan Bogdanovic che arriva a quota 23 punti, mentre Collin Sexton e Larry Nance Jr. si fermano a quota 16. Devono combattere molto di più i Toronto Raptors per avere ragione dei New York Knicks in una partita tirata e conclusa 99-104 al Madison Square Garden. Decisivi i 22 di Kyle Lowry, che evitano che i 20 di Kevin Knox e i 10 con 18 rimbalzi di DeAndre Jordan diventino un fattore.

Tonfo sorprendente, ma non troppo, per i Milwaukee Bucks, che cadono in casa per 83-103 contro gli Orlando Magic, trascinati da una buona prestazione corale, dai 17 punti di Jonathan Isaac e dai 15 con 17 rimbalzi di Nikola Vucevic. Ai Bucks mancano il nuovo arrivato Nikola Mirotic e soprattutto Giannis Antetokounmpo, rimasto fermo per un problema di piccola entità al ginocchio destro. Chi non resta fermo è Kemba Walker, che con 37 punti trascina i suoi Charlotte Hornets al successo sul parquet degli Atlanta Hawks per 120-129, nonostante dall’altra parte John Collins ne metta 21 e Trae Young ne realizzi 20 con 11 assist. A Memphis, infine, i Grizzlies regolano per 99-90 i New Orleans Pelicans con una bella prestazione di Joakim Noah (19 punti e 14 rimbalzi).

I risultati della notte

Utah Jazz-San Antonio Spurs 125-105
Indiana Pacers-Cleveland Cavaliers 105-90
Atlanta Hawks-Charlotte Hornets 120-129
New York Knicks-Toronto Raptors 99-104
Boston Celtics-Los Angeles Clippers 112-123
Chicago Bulls-Washington Wizards 125-134
Memphis Grizzlies-New Orleans Pelicans 99-90
Houston Rockets-Oklahoma City Thunder 112-117
Milwaukee Bucks-Orlando Magic 83-103

federico.rossini@oasport.it

0
0