Getty Images

I risultati della notte NBA: Curry ko, i Bucks passano a Golden State: Thunder ok contro i Rockets

I risultati della notte NBA: Curry ko, i Bucks passano a Golden State: Thunder ok contro i Rockets

Il 09/11/2018 alle 09:12

Dal nostro partner OAsport.it

Quattro partite e qualche sorpresa nella notte NBA. I Golden State Warriors cadono in casa contro i Milwaukee Bucks. Sconfitta a Portland per i Los Angeles Clippers di Danilo Gallinari nonostante l’ennesima ottima prestazione dell’azzurro. Ampia vittoria per Oklahoma City contro Houston, mentre Boston supera Phoenix al supplementare. Nel match più atteso i Golden State Warriors cadono in casa contro i Milwaukee Bucks per 111-134. La formazione di coach Mike Budenholzer trova l’allungo decisivo con un secondo e un terzo quarto di altissimo livello portandosi sul 79-105 prima dell’ultimo periodo. Fatale a Golden State l’infortunio subito da Steph Curry nel terzo parziale, che ha costretto il fuoriclasse dei Warriors ad abbandonare prematuramente la partita.

Per i campioni in carica si tratta della seconda sconfitta stagionale dopo otto vittorie consecutive, mentre Milwaukee torna al successo e si conferma al secondo posto nella Eastern Conference. Grande serata per Eric Bledsoe, che guida i Bucks alla vittoria con 26 punti insieme ai 24 del solito Giannis Antetokounmpo. Serata difficile invece per la squadra di Steve Kerr: Klay Thompson il migliore con 24 punti.

Settima vittoria consecutiva per gli Oklahoma City Thunder che superano gli Houston Rockets con il punteggio di 98-80. La formazione di coach Billy Donovan, ancora priva di Russell Westbrook per i problemi alla caviglia, acquista un ottimo margine già nel primo tempo, chiuso sul 59-45, e amministra il vantaggio nella seconda parte di gara senza mai mettere in discussione il risultato. Per i Thunder altra ottima prova di Paul George che mette a referto 20 punti, 11 rimbalzi e 6 assist, ma anche Steven Adams trova la doppia doppia, con 19 punti e 10 rimbalzi. Tra le fila di Houston non bastano i 19 punti di James Harden e i 17 di Clint Capela ad impedire la sesta sconfitta stagionale.

Phoenix lotta contro Boston, ma non riesce ad evitare la nona sconfitta della stagione. I Suns partono forte nella prima metà di gara portandosi all’intervallo lungo sul 55-35, grazie soprattutto ad un primo quarto da 32-13 di parziale. La formazione di Igor Kokoskov cala vistosamente nella seconda parte e subisce la rimonta dei Celtics. La squadra di Brad Stevens firma un ultimo quarto da 20-35 e trova la parità allo scadere con una tripla di Marcus Morris che fissa il punteggio sul 100-100. Nel supplementare gli ospiti sfruttano l’inerzia e si impongono per 116-109. Serata da incorniciare per Kyrie Irving, vero trascinatore di Boston con 39 punti. Per i Suns 38 punti di Devin Booker e 29 di T.J. Warren.

Non bastano ai Los Angeles Clippers i 20 punti di Danilo Gallinari per superare i Portland Trail Blazers. La formazione guidata da coach Terry Stotts si impone in una partita combattuta grazie ad un ultimo quarto da 32-24 di parziale e trova la terza vittoria consecutiva, dando continuità all’ottimo successo contro Milwaukee di due giorni fa. La sfida rimane in equilibrio per tre quarti (84-81), ma nell’ultimo periodo Portland trova l’allungo decisivo grazie a due protagonisti inattesi: Meyers Leonard e Seth Curry. Finisce 116-105. Per i Blazers ottime prove di Damien Lillard (25 punti) e C. J. McCollum (23), mentre ai Clippers non bastano i 20 punti di Lou Williams e dell’azzurro per evitare la sconfitta.

Di seguito il riepilogo completo dei risultati:

Oklahoma City Thunder – Houston Rockets 98-80
Phoenix SunsBoston Celtics 109-116 dts
Portland Trail Blazers – Los Angeles Clippers 116-105
Golden State Warriors – Milwaukee Bucks 111-134

Video - Il più alto, basso, vecchio, giovane, magro e pesante: le curiosità della stagione NBA

01:06
0
0