Getty Images

Jimmy Butler ai Philadelphia 76ers! L'All Star lascia i Timberwolves e vola da Embiid e Simmons

Jimmy Butler ai Philadelphia 76ers! L'All Star lascia i Timberwolves e vola da Embiid e Simmons

Il 10/11/2018 alle 19:26Aggiornato Il 10/11/2018 alle 19:27

La telenovela che va avanti da un mese si è conclusa: l'esterno texano, in rotta con Minnesota dall'inizio del training camp, è stato scambiato con Phila che spedisce ai Twolves il croato Dario Saric, l'ala Covington, la guardia Bayless e una seconda scelta futura. Ora con Butler i 76ers possono lottare per la corona dell'Est.

E' finalmente giunta al capolinea la telenovela Jimmy Butler! I Minnesota Timberwolves hanno infatti spedito il loro asso ai Philadelphia 76ers, con anche il giovane centro Justin Patton, in cambio di Dario Saric, Robert Covington, Jerryd Bayless e di una seconda scelta futura al Draft. Dopo oltre un mese di voci, rumors e ipotesi di trade, Butler ha ottenuto quello che voleva, ovvero lasciare i Timberwolves come aveva espressamente chiesto prima del via del training camp oltre un mese fa.

Il texano, arrivato in Minnesota dai Chicago Bulls nel giugno 2017, aveva detto chiaramente che non avrebbe rinnovato il contratto in scadenza la prossima estate, obbligando di fatto i Timberwolves a cercare di intavolare uno scambio per non perderlo a zero. Ci hanno provato Miami Heat e Houston Rockets ma alla fine sono stati i 76ers a spuntarla dopo aver avuto la garanzia dallo stesso Butler di rinnovare con loro il contratto nella free agency 2019.

Con l'aggiunta di Butler, una guardia-ala dalla grande personalità, punti nelle mani e propensione difensiva, i Philadelphia 76ers sperano di fare il salto di qualità e lottare per il titolo della Eastern Conference contro Boston Celtics e Toronto Raptors, considerata la presenza in squadra di due giovani talenti in grande ascesa come il centro Joel Embiid e il fenomeno Ben Simmons.

Viceversa i Timberwolves, reduci da 5 sconfitte di fila in trasferta e senza più un leader come Butler, proveranno il più possibile a lottare per i playoff inserendo i nuovi Saric e Covington, due ali dal sicuro rendimento ma che non hanno il talento per fare la differenza, soprattutto nella selvaggia Western Conference.

Video - Il più alto, basso, vecchio, giovane, magro e pesante: le curiosità della stagione NBA

01:06
0
0