Getty Images

Vince Carter resta un altro anno ad Atlanta: con 22 stagioni sarà il più longevo della storia NBA

Vince Carter resta un altro anno ad Atlanta: con 22 stagioni sarà il più longevo della storia NBA

Il 06/08/2019 alle 08:58Aggiornato Il 06/08/2019 alle 13:03

A 42 anni di età, Vince Carter si accorda con gli Atlanta Hawks per giocare la sua ultima stagione: sarà il suo 22esimo campionato in carriera e diventerà così il giocatore più longevo della storia della NBA, il primo di sempre ad apparire in quattro decadi.

Aveva detto che sarebbe tornato per un'ultima annata e ha mantenuto la promessa. Vince Carter ha trovato l'accordo per prolungare il contratto con gli Atlanta Hawks, una mossa che gli permetterà di disputare la sua 22esima stagione in NBA e di infrangere così il precedente record tenuto in coabitazione da Dirk Nowitzki, Kevin Garnett, Kevin Willis e Robert Parish, entrambi in camo per 21 anni.

Nato il 26 gennaio 1977, Carter potrebbe chiudere definitivamente la sua carriera l'8 aprile 2020, data dell'ultima giornata di regular-season, a scanso di una qualificazione degli Hawks alla post-season: a 43 anni e 73 giorni supererebbe Dikembe Mutombo infilandosi al quarto posto nella lista dei giocatori più vecchi della storia della NBA. Davanti a lui resterebbero Robert Parish (ultima partita disputata a 43 anni e 254 giorni), Kevin Willis (44 anni e 244 giorni) e Nat Hickey, giocatori degli anni '40 dei Providence Steamrollers, super-leader della speciale classifica con 45 anni e 363 giorni.

  • La carriera di Vince Carter: 8 squadre NBA tra il 1998 e oggi
1998-2004 Toronto Raptors
2004-2009 New Jersey Nets
2009-2010 Orlando Magic
2010-2011 Phoenix Suns
2011-2014 Dallas Mavericks
2014-2017 Memphis Grizzlies
2017-2018 Sacramento Kings
2018-presente Atlanta Hawks

Scelto con la chiamata numero 5 al draft del 1998, Vince Carter è stato uno dei giocatori più popolari della NBA dei primi anni 2000, grazie a uno stile di gioco aggressivo e spettacolare che lo ha reso un vero artista delle schiacciate: uomo-franchigia dei Toronto Raptors fino al 2004, anno in cui venne ceduto ai New Jersey Nets, ha contribuito in maniera decisiva a gettare le basi per la creazione di una cultura cestistica e NBA anche in Canada, trasformando la stessa città di Toronto in uno dei mercati più appassionati. La sua influenza è stata decisiva per la fioritura di una squadra che, nella scorsa stagione, ha portato l'anello oltre i confini degli States per la prima volta nella storia.

Vince Carter a fianco di Trae Young, quinta scelta degli Atlanta Hawks nel 2018 e volto della franchigia per il prossimo futuro.

Vince Carter a fianco di Trae Young, quinta scelta degli Atlanta Hawks nel 2018 e volto della franchigia per il prossimo futuro.Getty Images

Otto volte All-Star tra il 2000 e il 2007, campione della gara delle schiacciate nella epica edizione del 2000, medaglia d'oro alle Olimpiadi di Sydney 2000 e rookie dell'anno nel 1999, Carter ha abbracciato da tempo un ruolo di mentore per i giovani in franchigie in ricostruzione, da Memphis a Sacramento fino alla sua esperienza attuale con gli Hawks, una delle squadre più giovani della Lega con un'età media del roster di 23 anni. In carriera ha giocato 1481 partite di regular-season e 88 di playoff, con 17.2 punti, 4.4 rimbalzi e 3.2 assist di media. Nell'ultima stagione con Atlanta ha chiuso con 7.4 punti e 2.6 rimbalzi in 17.5 minuti a gara, giocando 76 partite con 9 presenze da titolare.

Video - Shaquille O'Neal diventa DJ Diesel: l'ex-star NBA è ora un idolo della musica elettronica

01:04
0
0