LaPresse

Playoff di Serie A al via: i pronostici dei quarti di finale... fate anche i vostri!

Playoff di Serie A al via: i pronostici dei quarti di finale... fate anche i vostri!
Di Eurosport

Il 11/05/2018 alle 09:41Aggiornato Il 11/05/2018 alle 20:04

La Reyer Venezia, campione in carica, parte come testa di serie numero uno contro Cremona, dalla stessa parte del tabellone di Trento e Avellino, già affrontata in finale di FIBA Europe Cup. Dall'altra parte, un quartetto tutto lombardo, con il derby Milano-Cantù e l'accoppiamento tra le due grandi rivelazioni della stagione, Brescia e Varese. Ecco i nostri pronostici, fate anche i vostri!

(1) Umana Reyer Venezia – (8) Vanoli Cremona

Marco Barzizza: Venezia-Cremona 3-1 - Meo Sacchetti sa di avere davanti i numeri uno e in fase di presentazione del match ha messo le mani avanti, affermando correttamente che sarà una montagna impervia da scalare. La Vanoli ha energia e lo spirito giusto per godersi questo primo turno playoff, ma la Reyer è squadra troppo solida per pensare che possa concedere qualcosa. Cremona potrebbe portarne a casa una grazie al fattore campo, ma resta una serie sulla carta senza storia.

Davide Fumagalli: Venezia-Cremona 3-0 - Cremona ha fatto un capolavoro arrivando ai playoff da neo promossa guidata in panchina da Meo Sacchetti. La Reyer Venezia però è di un altro livello, ha vinto la FIBA Europe Cup, ha chiuso al primo posto la regular season e ha tutta l'intenzione di mantenere lo Scudetto sulle proprie maglie. L'aggiunta di Daye determinante.

Daniele Fantini: Venezia-Cremona 3-1 – La Reyer è favorita per arrivare ancora una volta in finale, come confermato dalla storica stagione chiusa con il primato in classifica e annesso trionfo in FIBA Europe Cup, dove ha mostrato di essere superiore in una serie ad Avellino (probabile avversaria in semifinale): occhio, però, a non dare per morta Cremona in partenza. La Vanoli gioca un basket diverso da quello dei campioni in carica, e se la squadra riesce a correre e segnare con alte percentuali da fuori è molto rognosa da piegare, soprattutto in casa.

Paul Biligha va a schiacciare nella partita tra Umana Reyer Venezia e Vanoli Cremona, Serie A 2017-18

Paul Biligha va a schiacciare nella partita tra Umana Reyer Venezia e Vanoli Cremona, Serie A 2017-18LaPresse

(2) EA7 Emporio Armani Milano – (7) Red October Cantù

Marco Barzizza: Milano-Cantù 3-1 - Sarà un derby tutto da gustare quello tra Milano e Cantù. Ma se nella partita secca, come fu alle Final Eight di Coppa Italia, Cantù potrebbe sicuramente dire la sua, sulla serie al meglio delle cinque l'Olimpia ha sicuramente una panchina più lunga e un roster più profondo per andare oltre il primo turno. Stando alle prestazioni dell'ultimo mese verrebbe da puntare sulla Red October, ma con buona pace della truppa di Sodini è difficile immaginarla in semifinale.

Davide Fumagalli: Milano-Cantù 3-1 - La serie più attesa, il derby più sentito e caldo: Milano-Cantù insomma. La Red October ha fatto una cavalcata pazzesca nonostante i vari problemi e un roster corto, seppur di talento da Culpepper in giù, e si è tolta lo sfizio di battere l'Olimpia ai quarti di Coppa Italia. L'EA7 però ha rotazioni infinite, tantissimo talento ed è l'ovvia favorita per la finale.

Daniele Fantini: Milano-Cantù 3-1 – Una delle rivalità più forti d’Italia subito servita al primo turno: per gli amanti della pallacanestro, una vera prelibatezza. Milano si presenta all’appuntamento fisicamente in salute, ma non si può dire altrettanto dal punto di vista mentale, con le ultime sconfitte in campionato e i malumori delle guardie per i rumors di mercato: sulla carta resta comunque favorita, ma è facile che ne lasci una per strada se Cantù, come già successo in Coppa Italia, dovesse infilare la serata da percentuali fantascientifiche dall’arco.

(3) Germani Basket Brescia – (6) Openjobmetis Varese

Marco Barzizza: Brescia-Varese 3-2 - Una è stata la più bella sorpresa del campionato: Brescia. L'altra è stata la miglior squadra del girone di ritorno: Varese. Si troveranno di fronte in uno scontro sulla carta molto equilibrato, che vede leggermente favorita la Leonessa ma che potrebbe regalare molte sorprese. Brescia giocherà la prima gara a Verona e la lontananza dal PalaGeorge potrebbe incidere sulle sicurezze dei ragazzi di Diana. Potrebbe essere proprio questo match a decidere già l'andamento della serie. Varese, dal canto suo, ha già fatto un miracolo nel conquistare questi playoff e arriva con molte meno pressioni e una maggior spensieratezza.

Davide Fumagalli: Brescia-Varese 3-1 - Confronto affascinante tra le due più belle sorprese del campionato, Brescia per come ha iniziato e si è mantenuta, e Varese per come ha ribaltato tutto nel girone di ritorno (4-11 all'andata, poi 12-3). La Germani ha il vantaggio del campo, un sistema rodato con giocatori esperti come Luca Vitali, Landry e l'aggiunta Cotton. Ai biancorossi non basterà più l'entusiasmo.

Daniele Fantini: Brescia-Varese 3-2 – Un incrocio strano, che vede la squadra con la miglior partenza del campionato contro quella che ha chiuso la regular-season nel migliore dei modi. Ci aspettiamo una serie molto tattica e difensiva, tra la seconda (Brescia) e la terza difesa (Varese) più forti del campionato: la zona di Brescia è una delle armi più efficaci viste nella storia recente della nostra Serie A, ma anche Attilio Caja è sempre stato un coach che ha curato soprattutto la propria metacampo e la meticolosa organizzazione di squadra. Una palla rubata o un rimbalzo sporco potrebbero fare la differenza, anche in gara-5.

David Moss e Lee Moore, Germani Basket Brescia, Serie A 2017-18

David Moss e Lee Moore, Germani Basket Brescia, Serie A 2017-18LaPresse

(4) Sidigas Avellino – (5) Dolomiti Energia Trentino

Marco Barzizza: Avellino-Trento 3-2 - L'MVP del campionato, Jason Rich, contro il miglior Under 22, Diego Flaccadori. Basterebbe questo a presentare la sfida tra quarta e quinta classifica, potenzialmente la più equilibrata. Avellino è arrivata in fondo alla stagione con le pile un po' scariche ma a livello di talento è superiore nei singoli agli avversari. La Dolomiti ha però energie in quantità ed entusiasmo e, seppur corta nelle rotazioni, potrebbe dare molto filo da torcere agli irpini. Si può andare a gara 5, con preferenza per chi ha il fattore campo a favore: la Sidigas.

Davide Fumagalli: Avellino-Trento 2-3 - Il confronto più equilibrato, aldilà delle teste di serie 4 contro 5. Due squadre fisiche, atletiche, con due ottimi coach come Sacripanti e Buscaglia. La Sidigas ha il vantaggio del campo e l'MVP Rich, ma Trento è solida e in grande forma dato che ha vinto ben 11 delle ultime 13 gare giocate (ko con Milano e l'ultima ad Avellino).

Daniele Fantini: Avellino-Trento 3-2 – Una serie che potrebbe rivelarsi una vera polveriera per spirito e caratteristiche delle due squadre. La Sidigas è, per qualità tecniche e fisicità, il vero terzo incomodo alle spalle di Milano e Venezia (quantomeno sulla carta) ma Trento è un insieme di atipicità capaci di rendere indecifrabile qualsiasi accoppiamento e far saltare tutte le variabili. Andiamo con Avellino per il fattore-campo, il livello tecnico superiore e il verdetto della regular-season (2-0), ma aspettiamoci una serie schizofrenica, capace di arrivare fino alla bella.

0
0