LaPresse

Troppa Venezia per Cremona: Daye domina e consegna il 3-0 agli orogranata

Troppa Venezia per Cremona: Daye domina e consegna il 3-0 agli orogranata

Il 17/05/2018 alle 22:21Aggiornato Il 17/05/2018 alle 22:36

L’Umana Reyer batte la Vanoli 72-99 e raggiunge la semifinale playoff, dove incontrerà la vincente della serie tra Avellino e Trento. Partitone di Austin Daye, che chiude a 19 punti, 9 rimbalzi e 27 di valutazione. Grandi emozioni a fine gara per l'addio di Drake Diener, che tornerà a casa negli Stati Uniti per fare l'allenatore.

Venezia chiude il conto con Cremona e conquista la semifinale playoff, espugnando il PalaRadi 72-99. In vantaggio e in controllo sin dall’inizio, così come nelle due gare precedenti, la Reyer mostra tutta la superiorità e profondità del roster, lanciandosi al penultimo atto della corsa che porta allo scudetto. Strepitoso Daye (19 punti) che gioca un primo tempo da favola sfiorando il 100% dal campo e dando già lì un sufficiente vantaggio ai suoi per poter controllare la gara. Cremona fa ciò che può, ma nel finale tutto il PalaRadi si commuove per l'addio al basket giocato di Drake Diener, che tornerà a casa sua (Fond du Lac, Wisconsin) e farà l'allenatore.

La cronaca

Per Cremona è la sera della verità, davanti al suo pubblico. Ma dall’altra parte c’è Venezia che vuole chiudere la questione quarti di finale. E l’inizio sembra andare in questo senso. 15-25 dopo i primi 10’ con Daye (10 punti) sugli scudi e una superiorità fisica degli orogranata evidente. Non sembra poterci essere partita fin dalla prima parte. La Reyer è troppo profonda per poter far fatica contro una Vanoli palesemente stanca, che ha spremuto tutte le proprie energie per raggiungere questi playoff. Daye continua a dominare la gara con percentuali vicine all’irreale e l’Umana chiude avanti comodamente il primo tempo 32-47.

Non cambia il canovaccio nella seconda parte: Venezia conduce e tiene abbondantemente e solidamente la testa avanti mentre Cremona prova a chiudere con la maggior dignità possibile. Sacchetti dà spazio a tutti per fargli saggiare il campo in una serie playoff di questa importanza e la reazione è positiva, tanto da provocare un parzialino di 7-0. E’ troppo però il divario – arrivato fino ai 27 punti finali – per pensare di impensierire la corazzata ospite, che continua a tenere il piede sull’acceleratore senza cali. La gara finisce ben prima del 40’, ma nel finale c’è spazio per un momento di grande emozione al PalaRadi: quello del saluto di tutta Cremona e del basket italiano a Drake Diener, che con Meo Sacchetti fu protagonista del triplete a Sassari. La guardia americana – dopo 11 stagioni in Italia – tornerà a casa, negli Stati Uniti, per allenare. Un finale felice per entrambe le compagini: Cremona ha fatto il massimo, Venezia merita di andare avanti e sarà avversaria tosta per tutte.

Vanoli Cremona-Umana Reyer Venezia, 72-99: vota l'MVP della partita

Sondaggio
4394 voti
Darius Johnson-Odom (Cremona)
Michele Ruzzier (Cremona)
Stefano Tonut (Venezia)
Austin Dayer (Venezia)

Il tabellino

Vanoli Cremona-Umana Reyer Venezia 72-99

Vanoli Cremona: Milbourne 8, Portannese 3, Gazzotti 2, Ruzzier 4, Fontecchio 9, Sims 6, Johnson-Odom 21, Ricci, D. Diener 9, Martin 6, T. Diener 4. All. R. Sacchetti

Umana Reyer Venezia: De Nicolao 2, Bolpin 3, Tonut 13, Ress, Daye 19, Biligha 14, Jenkins 7, Bramos 12, Haynes 2, Sosa 10, Peric 13, Watt 4. All. De Raffaele

0
0