LaPresse

I canestri di Daye, la difesa di Stone, la verve di Tonut. Venezia va 3-2 nonostante Spissu e Thomas

I canestri di Daye, la difesa di Stone, la verve di Tonut. Venezia va 3-2 nonostante Spissu e Thomas

Il 18/06/2019 alle 22:46Aggiornato Il 19/06/2019 alle 08:54

Gara-5 caratterizzata da parziali e contro-parziali, con gli orogranata di coach De Raffaele che beneficiano di protagonisti diversi nei vari momenti della sfida: dalle penetrazioni di Tonut, allo show offensivo di Daye nell'ultimo quarto, passando per la grande difesa individuale di Stone. Al Banco di Sardegna non bastano un ottimo Spissu e il solito, granitico, Thomas. Delude Cooley.

Umana Reyer Venezia - Banco di Sardegna Sassari 78 - 65

Gara-5 che, come tutta questa serie di Finale Playoff, vive di parziali e contro-parziali, ma regala al contempo moltissime emozioni. Vince l’Umana Reyer Venezia, trascinata da diversi protagonisti nel corso del match: le penetrazioni di Tonut (15) fanno la differenza nel 1° tempo, mentre le bombe di Bramos e lo show offensivo di Daye (20 e 7 rimbalzi) sono fondamentali nella ripresa; per tutta la gara, però, è encomiabile la fase difensiva individuale di Stone, così come importante è l’apporto di Cerella e Vidmar. Il Banco di Sardegna paga le perse di troppo, specie nella prima metà di gara, e il 26% da 3 di squadra, con molte triple ben costruite che non hanno però trovato il fondo della retina. Ai biancoblu di coach Pozzecco non bastano Thomas (20 e 10 rimbalzi) e Spissu (17, con 3/5 da oltre l’arco dei 6.75). Apprensione per Gentile, vittima di un colpo alla gamba destra e non sceso sul parquet nella ripresa.

Video - Pozzecco furia in sala stampa: "Io non piango, chi lo fa vada a fan... Spero di perdere la prossima"

04:45

Novità importanti nel quintetto orogranata, che presenta Biligha e Vidmar fin dall’inizio della sfida, anche se il primo viene sostituito dopo nemmeno 35’’. Venezia trova subito un break di 5-0 e, dopo meno di 4’, costringe la panchina avversaria al 1° timeout (9-3). Thomas (10 punti nella frazione) è l’unico giocatore del Banco di Sardegna capace di segnare su azione nel quarto, ma i problemi per gli ospiti non finiscono qui: le palle perse (6 nel 1° periodo), il 4/13 complessivo al tiro e le difficoltà nell’affrontare le grandi difese individuali avversarie costano il -7 (21-14) al 10’ di gioco. La bomba di Cerella e le giocate al ferro di Tonut fruttano un primo massimo vantaggio orogranata (31-19) in apertura di 2° quarto, ma Spissu sale in cattedra ed è protagonista principale del parziale di 1-10 con cui i biancoblu cercano di accorciare al 15’ (32-29). La squadra di coach Pozzecco comincia a macinare rimbalzi offensivi e, trascinata dal solito Thomas, avrebbe più volte il possesso per trovare il primo vantaggio, ma Tonut (8 nel 2° periodo) ha idee ben diverse e permette ai padroni di casa di chiudere avanti anche il 1° tempo (38-34). L’Umana Reyer comincia la ripresa nello stesso modo in cui aveva iniziato il la prima metà di gara (stavolta il parziale è di 7-0), mentre Cooley diventa protagonista in negativo, con un fallo antisportivo che è anche il suo 3° personale e che ne testimonia ancor più le difficoltà durante la sfida. Le triple di Bramos valgono il nuovo massimo vantaggio (48-34) per gli orogranata, costringendo gli avversari al timeout tattico. Thomas è sostanzialmente tutto l’attacco biancoblu e interrompe una carestia di punti che durava da oltre 5’ e, dal suo canestro, il Banco di Sardegna trova un contro-parziale di 0-10 per rientrare completamente in gara (48-44) a metà 3° quarto, sfruttando soprattutto le 2 bombe in fila di Spissu. Thomas trova la doppia-doppia personale già a 13’ dal termine, ma commette prematuramente il 4° fallo personale, mentre i liberi di Tonut e i canestri di De Nicolao permettono a Venezia di ritrovare un buon margine (60-53) in chiusura di frazione. Pierre domina a rimbalzo e trova anche i primi punti della sua partita nei primi possessi degli ultimi 10’ di gioco, riportando i biancoblu a -3 (60-57), ma 2 triple in fila ridanno un buon margine ai padroni di casa quando mancano poco meno di 7’ alla sirena finale. Daye dimostra, ancora una volta, di essere un giocatore fuori categoria per il campionato e ne mette 7 consecutivi per rispondere alle iniziative di un Cooley liberatosi troppo tardi dalla difesa avversaria (73-64). Haynes punisce una disattenzione difensiva avversaria con l’inchiodata a due mani che vale il provvisorio +11 e il 3-2 in questa emozionantissima finale. Nel tempo restante Stone suggella una grande prova in difesa con la stoppata, mentre De Nicolao trova anche la bomba che chiude la contesa sul 78-65.

Video - Highlights, gara 5 finale: Umana Reyer Venezia-Banco di Sardegna Sassari 78-65

03:42

Il tabellino

Umana Reyer Venezia - Banco di Sardegna Sassari 78 - 65

Umana Reyer Venezia: Haynes 10, Stone 2, Bramos 11, Tonut 15, Daye 20, De Nicolao 8, Vidmar 5, Biligha, Giuri, Mazzola, Cerella 5, Watt 2. All. De Raffaele.

Banco di Sardegna Sassari: Spissu 17, Smith 6, McGee 6, Carter 1, Devecchi n.e., Magro 2, Pierre 4, Gentile, Thomas 20, Polonara 5, Diop n.e., Cooley 4. All. Pozzecco.

Il programma della Settimana su Eurosport Player

  • Banco di Sardegna Sassari - Umana Reyer Venezia (Gara-6, finale Playoff, giovedì 20 giugno ore 20:45)
  • Umana Reyer Venezia - Banco di Sardegna Sassari (Eventuale Gara-7, finale Playoff, sabato 22 giugno ore 20:45)

Gioca a Dunkest il Fantabasket della LBA

Sida i tuoi amici, e non solo, nel Fantabasket ufficiale della LBA in partnership con Eurosport. Con Dunkest puoi creare la tua fanta squadra scegliendo tra le stelle LBA e sfidare gli utenti in base alle reali prestazioni dei giocatori!

Video - Run'n'Gun visit... Gondole e Misericordia, Marquez Haynes ci racconta i segreti di Venezia

03:47
0
0