LaPresse

Le triple di Bramos regalano un altro scudetto a Venezia! A Sassari non bastano i rimbalzi e Thomas

Le triple di Bramos regalano un altro scudetto a Venezia! A Sassari non bastano i rimbalzi e Thomas

Il 22/06/2019 alle 22:42Aggiornato Il 23/06/2019 alle 00:03

L'Umana Reyer Venezia si aggiudica il 2° scudetto negli ultimi 3 anni grazie soprattutto al 3° quarto di Bramos, il quale realizza 17 punti nella frazione e scava il solco dopo un 1° tempo abbastanza equilibrato. L'MVP della serie è Daye, ma la prestazione di questa sera di Bramos merita molta attenzione. Per Sassari un finale di stagione agrodolce, in un'annata comunque storica.

Umana Reyer Venezia - Banco di Sardegna Sassari 87 - 61

L’Umana Reyer Venezia è campione d’Italia grazie soprattutto allo stratosferico 3° quarto di Bramos, il quale realizza 17 punti con 4 triple a bersaglio nella frazione. Gli orogranata di coach De Raffaele non danno scampo a un Banco di Sardegna Sassari che paga i troppi errori al tiro e in fase di costruzione, specie nella prima metà di gara, e le difficoltà nell’attaccare una difesa fin troppo solida e arcigna. Per Venezia si tratta del 2° scudetto nelle ultime 3 stagioni; per Sassari un epilogo agrodolce di una stagione comunque piena di significato, complice il successo europeo in FIBA Europe Cup e una cavalcata storica come successi consecutivi in campionato.

Video - Michael Bramos prende fuoco nel terzo quarto! 17 punti e Venezia vola via

01:32

Vidmar, lanciato ancora in quintetto, è subito protagonista con 2 canestri in fila, mentre Sassari comincia con 2 perse in altrettanti possessi e tocca allora a Cooley sbloccare l’attacco biancoblu col solito gran lavoro a rimbalzo offensivo (4-2 dopo 2’). Haynes con 2 bombe e una penetrazione consecutive dà il provvisorio +7 (14-7) ai padroni di casa a metà frazione, ma successivamente l’attacco orogranata s’inceppa, non trovando punti per oltre 4’ di gioco. Ciò non impedisce comunque alla formazione di coach De Raffaele di chiudere avanti (16-12) il 1° quarto, complici le scarse percentuali (4/12 da 2 e 1/4 da 3) e le troppe perse (5) degli ospiti nella frazione. L’inizio del 2° periodo è caratterizzato dalle triple di entrambe le squadre, che si rispondono così colpo, anche se gli orogranata mantengono un buon margine di vantaggio al 14’ della sfida (25-20). Il Banco di Sardegna rientra fino a -3 (29-26), pur sbagliando qualche libero di troppo, ma Vidmar è costretto a lasciare il parquet per aver speso prematuramente il 3° fallo personale. Ci pensa allora Daye (8 nel 2° quarto) a realizzare i canestri che permettono a Venezia di chiudere avanti il 1° tempo (39-30), complici stavolta i 6 errori (su 12 tentativi) a cronometro fermo della squadra allenata da coach Pozzecco. Bramos è scatenato in apertura di 2° tempo e ne piazza 11 in fila per dare un nuovo importante vantaggio all’Umana Reyer (50-32) e, dopo il tecnico affibbiato proprio al tiratore statunitense, tocca a Haynes piazzare la bomba che interrompe il parziale ospite. Watt trova due rollate al ferro che valgono il +20 (57-37) dei padroni di casa e che costringono Sassari al timeout per evitare danni ulteriori. Gli ospiti hanno un sussulto d’orgoglio con Thomas protagonista (62-44), ma il vantaggio precedentemente acquisito dagli orogranata è mantenuto dai canestri di De Nicolao e dalla quarta tripla di Bramos nel 3° quarto. Ancora Bramos (17 nel 3° quarto) si prende la scena, subendo fallo sull’ennesima tripla tentata nella frazione e convertendo il 3/3 a cronometro fermo che permette a Venezia di chiudere sul +22 (69-47) il 3° periodo di gioco. L’antisportivo fischiato a De Nicolao frutta 4 punti al Banco di Sardegna e un mini-parziale di 0-4, ma Haynes risponde con 5 punti consecutivi e fa esplodere di gioia il Taliercio di Mestre (78-54) quando mancano 5’ al termine del match. Il tempo restante della frazione è caratterizzato soprattutto dai festeggiamenti dei padroni di casa, con la tripla di Haynes che suggella il netto successo di Venezia, capace di vincere 2 degli ultimi 3 campionati.

Video - Il momento più atteso dal Taliercio: la Reyer Venezia solleva la coppa dello Scudetto

01:18

Video - Highlights, gara 7 finale: Umana Reyer Venezia-Banco di Sardegna Sassari 87-61

04:00

Il tabellino

Umana Reyer Venezia - Banco di Sardegna Sassari 87 - 61

Umana Reyer Venezia: Haynes 21, Stone 3, Bramos 22, Tonut, Daye 13, De Nicolao 10, Vidmar 6, Biligha, Giuri, Mazzola, Cerella 2, Watt 10. All. De Raffaele.

Banco di Sardegna Sassari: Spissu 8, Smith 9, McGee 9, Carter 4, Devecchi n.e., Magro, Pierre 3, Gentile, Thomas 16, Polonara 3, Diop n.e., Cooley 9. All. Pozzecco.

Gioca a Dunkest il Fantabasket della LBA

Sida i tuoi amici, e non solo, nel Fantabasket ufficiale della LBA in partnership con Eurosport. Con Dunkest puoi creare la tua fanta squadra scegliendo tra le stelle LBA e sfidare gli utenti in base alle reali prestazioni dei giocatori!

Video - Daye: "Siamo stati compatti in tutte le gare, emozionante vincere in casa nostra"

01:23
0
0