LaPresse

La confessione di Recalcati su Pozzecco: "Voleva fare il manager, lo convinsi io fare il coach"

La confessione di Recalcati su Pozzecco: "Voleva fare il manager, lo convinsi io fare il coach"

Il 14/06/2019 alle 13:42Aggiornato Il 14/06/2019 alle 13:47

Stasera va in scena gara-3 fra il Banco di Sardegna Sassari e l'Umana Reyer Venezia (diretta tv dalle ore 20.45 su Eurosport 2, canale 211 di Sky, ed Eurosport Player). Charlie Recalcati, ex coach della Nazionale e di Pozzecco a Varese, svela un retroscena simpatico sul coach di Sassari: "Non voleva fare il corso allenatore a Bormio perché era in estate e doveva andare a Formentera...".

A tre vittorie dalla finale scudetto. Chi l’avrebbe mai detto che coach Gianmarco Pozzecco sarebbe arrivato a questo punto. Chi ci avrebbe messo la mano sul fuoco è Carlo Recalcati, ex ct della Nazionale ed allenatore di Pozzecco sia in azzurro che ai tempi della sua militanza in maglia Pallacanestro Varese. Anche nell’intervista post partita dopo gara-2 il Poz ha tenuto a ricordare quanto Charlie sia stato importante nella sua scelta di intraprendere questa scelta e in un’intervista al Corriere dello Sport ha provato a spiegare questa riconoscenza...

" Ero sicuro che il Poz potesse diventare un grande allenatore. Neppure lui ci credeva. Gianmarco è un ragazzo sensibilissimo. Quando giocava dava l’impressione di essere un superficiale che dava importanza solo a ciò che gli riusciva bene. Ma non era così. Era attento a ogni aspetto del gioco: certo non amava difendere nè fare fatica in allenamento... Quando dice che mi è riconoscente forse è perché sono stato il solo che gli ha rotto le scatole per fargli fare il coach. Lui si era messo in testa di fare il manager: era andato alla Bocconi dove aveva fatto un corso, era andato a lavorare all’Olimpia Milano. Io invece gli ripetevo: Vai a fare il corso di allenatore a Bormio .E lui: Ma è a luglio-agosto, quando io vado a Formentera.... Alla fine quel tesserino l’ha preso. "

Video - Pozzecco show: "Io non capisco un c****! Ringrazio ancora i miei ragazzi"

01:17

Recalcati spiega in cosa si rivede nel suo allievo...

" Entrambi mettiamo i giocatori nelle condizioni migliori per esprimere il modo di giocare. Io non ho mai avuto la pretesa di snaturare i miei atleti. Gianmarco fa lo stesso, in questo è bravissimo: basta vedere come stanno giocando gli italiani e gli americani di Sassari. Mi piace il fatto che ha responsabilitzzato tutti, non c’è uno che è costretto a fare canestro sempre. Inoltre ci piace sdrammatizzare anche in situazioni serie, cazzeggiare. "

Video - Highlights, gara 2 finale: Umana Reyer Venezia-Banco di Sardegna Sassari 66-80

04:00
0
0