LaPresse

Torino si ritrova nell'esordio al PalaVela: battuta Trieste 86-74

Torino si ritrova nell'esordio al PalaVela: battuta Trieste 86-74

Il 13/10/2018 alle 22:21Aggiornato Il 14/10/2018 alle 22:52

Senza Brown in panchina, sostituito da Galbiati, la Fiat trova la prima vittoria in campionato nel nuovo palazzetto. A decidere i 20 punti di Carr (5/9 da tre), e i 14 di un solidissimo Wilson, determinante nella parte finale. Trieste paga la panchina ancora troppo corta, ma è squadra che non molla mai.

Eurosport Player: Segui l’evento LIVE

Guarda Eurosport

Torino inverte la tendenza e dopo quattro sconfitte consecutive in questo inizio di stagione trova la prima vittoria. Nella nuova casa del PalaVela, la Fiat si affida nel primo tempo alla beneficiata da tre punti di Carr (5/9 da dietro l'arco) e nella ripresa a un indiavolato Wilson per avere la meglio su una sempre combattiva Trieste, in partita per tre quarti ma arrivata stremata alla fine.

La partita

Il primo quarto è di grande equilibrio: Torino fa qualcosa in più in area muovendo la palla e penetrando, Trieste tira meglio da tre punti e va avanti di 3 sul finire della prima frazione (13-16). Il controparziale della Fiat non si fa attendere e la squadra guidata stasera da Paolo Galbiati - in virtù dell'assenza di Larry Brown, volato in America per un problema di salute - va avanti 20-16, chiudendo il quarto con due punti di vantaggio. Le occasioni per scappare nel secondo quarto la Fiat le ha, ma non le sfrutta a dovere e Trieste resta aggrappata al match. Lo strappo lo crea Carlos Delfino, che si mette in gara con due triple dando tre possessi di vantaggio ai suoi (39-30). Gap che resiste al termine del quarto, ma l'Alma con Cavaliero e Strautins, caldi da oltre l'arco, non sa cosa significhi mollare.

La difesa di Trieste diventa un fattore, Mosley in area anche e in 5 minuti l'Alma piazza un parziale di 13-2 che vale il nuovo vantaggio (48-50). Galbiati è costretto al timeout, striglia i suoi che tornano in campo con piglio diverso. L'intensità difensiva sale notevolmente e, potendo correre in transizione, Torino diventa tutta un'altra squadra. Ecco fatto il nuovo parziale (11-0) con 2 triple di Carr (salito a quota 20 punti con 5/7 da tre) che fanno volare la Fiat a +8. Non è nemmeno questa la mazzata che abbatte gli ospiti, in scia e di nuovo in parità dopo un nuovo 8-0 di parziale: 61-61 a fine terzo quarto. E' una gara vibrante, fatta di parziali in continuazione. A inizio ultimo quarto è Torino a giovarne, con le triple: due in fila di Wilson e +8 per i gialloblu. L'Alma va in confusione mentre la Fiat prova a gestire il vantaggio, per la prima volta. Wilson è una furia e realizza il +14 che decide la gara a 4 giri di lancette dalla sirena finale. Trieste non vuole mollare e torna a -9, ma non ne ha più per arrivare in fondo. Vince Torino, che interrompe la serie negativa di 4 sconfitte in fila e saluta il nuovo PalaVela con una vittoria che dà morale.

Vota l'Eurosport Player MVP della 2a giornata di basket

Sondaggio
17397 voti
Jamil Wilson (Torino)
Scott Banforth (Sassari)
Andrew Crawford (Cremona)
Mike James (Milano)
Awudu Abass (Brescia)
Marco Giuri (Venezia)
Riccardo Moraschini (Brindisi)
Ike Udanoh (Cantù)

Video - Highlights: Fiat Torino-Alma Trieste 86-74

03:28
0
0