LaPresse

Pesaro rimonta, sogna ma ricade nel baratro: Trento vince l'anticipo del sabato in overtime

Pesaro rimonta, sogna ma ricade nel baratro: Trento vince l'anticipo del sabato in overtime

Il 09/11/2019 alle 22:52Aggiornato Il 09/11/2019 alle 23:48

La Dolomiti Energia Trentino si aggiudica l'anticipo del sabato sera dell'ottava giornata di Serie A passando sul parquet della Vitrifrigo Arena 101-95 in overtime. Pesaro ha una ghiotta chance per conquistare il primo successo della stagione dopo una grandiosa rimonta dal -21, ma non ha la freddezza per gestire le azioni decisive nel finale dei regolamentari.

Carpegna Prosciutto Pesaro-Dolomiti Energia Trentino 95-101 OT

Dopo 15 minuti, sembrava già scritta. Dopo 25, era completamente ribaltata. Dopo 39, già scritta in direzione opposta. E poi, di nuovo, totalmente capovolta. Trento infila la seconda vittoria consecutiva sbancando la Vitifrigo Arena in overtime e strozzando sul nascere il primo abbozzo di sorriso della Vuelle, capace di risorgere in maniera tanto improvvisa quanto insperata dal -21 in cui era precipitata alla metà del secondo quarto (14-35), prendere emotivamente in mano una partita indirizzata in tutt'altro senso, salvo poi smontare il fragile castello di carte con una brutta gestione dei secondi finali dei tempi regolamentari.

Video - Due schiacciate in 25 secondi: Justin Knox e Rashard Kelly chiudono la partita a Pesaro

01:11

A far saltare il banco ci pensa un marmoreo Justin Knox, che corona una partita da 23 punti e 7 rimbalzi con un glaciale 2/2 dalla lunetta per forzare l'overtime a un secondo e mezzo dalla sirena e una schiacciata belluina su assist di Craft per lanciare poi l'allungo decisivo bianconero nel prolungamento. Notevole anche la serata dello stesso Aaron Craft, a un battito di ciglia dalla tripla doppia con 9 punti, 10 rimbalzi e 10 assist, e di Andrea Mezzanotte, che aggiorna il suo career-high sparando 18 punti in 25' dalla panchina, con 8/10 dal campo e 4/5 dalla distanza. Nel complesso, sono decisive anche e soprattutto le percentuali dalla lunetta: Pesaro conquista una marea di tiri liberi ma chiude con 28/44 (63%), lasciando sul ferro punticini importanti nei momenti topici del secondo tempo e a inizio overtime, mentre Trento risponde con un 23/26 (88.5%) senza sbagliare nulla nel finale.

Alla Vuelle, tanto brutta per gran parte di un primo tempo in cui incassa due parziali da brivido in apertura dei primi due quarti (0-13 con 7' di siccità in avvio e 2-12 nel secondo), non basta un Jaylen Barford più incisivo e controllato del solito (29 punti, season high, prima di abbandonare il campo per una caviglia distorta a 15 secondi dalla fine), il risveglio di Zach Thomas (14 punti e 9 rimbalzi in 38'), un Clint Chapman a tratti commovente per dedizione difensiva e sapienza nel risolvere attacchi poco ispirati (16 con 7 rimbalzi) e un Paul Eboua che ribalta totalmente l'inerzia nel terzo periodo rinvigorendo il gruppo con atletismo, intensità e fisicità. Mentre Trento si riaffaccia in zona playoff in attesa dei risultati di domenica, Pesaro resta invece sul fondo della classifica con un record di 0-7, ed è ora attesa dalla trasferta a Roma.

Video - Pista di decollo pronta per Paul Eboua: recupero e schiacciata di rabbia in contropiede

00:35
  • Carpegna Prosciutto Pesaro: Zanotti 4, Pusica 11, Thomas 14, Chapman 16, Barford 29; Mussini 12, Drell, Eboua 9, Miaschi. N.e.: Calbini, Basso, Alessandrini. All.: Perego.
  • Dolomiti Energia Trentino: Blackmon 15, Kelly 12, King 6, Knox 23, Craft 9; Forray 15, Pascolo, Mezzanotte 18, Mian 3, Gentile. N.e.: Lechtaler. All.: Brienza.

Video - Highlights: Carpegna Prosciutto Pesaro-Dolomiti Energia Trentino 95-101 OT

08:43
0
0