Getty Images

Wierer, Vittozzi, staffetta mista: Puppo e Ambesi rispondono alle 5 domande dei Mondiali di biathlon

Wierer, Vittozzi, staffetta mista: Puppo e Ambesi rispondono alle 5 domande dei Mondiali di biathlon
Di Eurosport

Il 06/03/2019 alle 11:58Aggiornato Il 06/03/2019 alle 11:59

Giovedì 7 marzo partono i Mondiali di biathlon di Östersund, in Svezia, LIVE su Eurosport ed Eurosport Player. L'Italia si presenta con ambizioni grazie alla presenza di Dorothea Wierer, Lisa Vittozzi e degli outsider Lukas Hofer e Dominik Windisch: cosa ci aspettiamo di vedere? La risposta a Dario Puppo e Massimiliano Ambesi, voci storiche di Eurosport.

1. Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer sono le due punte di diamante dell'Italia: cosa è lecito aspettarsi da loro?

Dario Puppo: Negli ultimi 4 grandi appuntamenti (Mondiali di Lahti 2015, Oslo 2016, Hochfilzen 2017 e Olimpiadi di PyeongChang 2018) l’Italia ha portato a casa sempre una medaglia individuale. Le ragazze sono in serie positiva da 3 rassegne iridate e sempre su 4 poligoni. Dorothea e Lisa è proprio in questi format che hanno maggiori possibilità di salire sul podio. Forse più nella 15km che nell’inseguimento ma andrebbe bene anche nella partenza in linea dell’ultimo giorno.

Max Ambesi: Una conferma dopo una stagione di elevato profilo, fermo restando che, a differenza di gran parte delle avversarie, saranno condizionate dalla posizione occupata nella classifica generale di Coppa del Mondo. Tradotto, almeno a tavolino, non ci saranno le condizioni per andare all-in in tutte le gare rischiando il tutto per tutto. La medaglia non appare preclusa in nessuna delle prove con quattro poligoni, ma non bisognerà dimenticare che per tante avversarie di primo piano i Mondiali rappresentano il principale obiettivo della stagione oppure l’ultima chance per raddrizzarla. In sostanza, primeggiare sarà più difficile rispetto alle precedenti tappe di Coppa del Mondo, peraltro in un contesto in cui finora è emerso un evidente livellamento dei valori.

Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer guidano la classifica di Coppa del Mondo rispettivamente con 713 e 706 punti.

Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer guidano la classifica di Coppa del Mondo rispettivamente con 713 e 706 punti.Getty Images

2. Dopo il bronzo a PyeongChang, la staffetta mista è pronta a sfatare il tabù medaglia al Mondiale?

Dario Puppo: Due medaglie credo sia l’obiettivo minimo della spedizione azzurra, una delle quali potrebbe arrivare nelle staffette e in particolare nella mista. Il quartetto che ha messo al collo il bronzo in Corea ha dimostrato di essere affidabile conquistando nella scorsa stagione la coppetta di specialità. Partire con un podio nella prima gara in programma ad Östersund aiuterebbe inoltre Vittozzi e Wierer ad affrontare nel modo migliore sprint e inseguimento, tappe importanti nella corsa alla prima posizione della classifica generale.

Max Ambesi: Nella staffetta mista, cinque nazioni partiranno con legittime ambizioni di vittoria. Norvegia, Francia, Svezia, Germania e Italia dispongono dell’organico per risolvere a loro vantaggio la contesa, ma tutte presentano qualche punto di vulnerabilità. Il pronostico appare tutt’altro che scontato, ma non ci si può nascondere. Mancare la medaglia rappresenterebbe una delusione.

Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Dominik Windisch e Lukas Hofer hanno conquistato il bronzo nella staffetta mista alle Olimpiadi di Sochi 2018.

Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Dominik Windisch e Lukas Hofer hanno conquistato il bronzo nella staffetta mista alle Olimpiadi di Sochi 2018.Getty Images

3. Windisch e Hofer: sarà un Mondiale da outsider o protagonisti?

Dario Puppo: Prima Windisch e poi Hofer hanno avuto tosse e mal di gola al rientro dopo la doppia trasferta oltreoceano. La condizione però è apparsa in crescita, soprattutto per Dominik che deve guadagnarsi un posto nella mass start. Il loro ruolo è quello di outsider, con doppia missione al poligono: sfruttare le finestre di vento favorevoli con condizioni complicate e chiudere quell’ultimo bersaglio che in più di un’occasione è mancato ad entrambi quando contava.

Max Ambesi: Alla vigilia, è doveroso essere realisti, motivo per cui si parte come outsider con l’obiettivo di essere pronti a sfruttare l’occasione quando si presenterà. Sarà interessante capire fin dove possano spingersi sparando per l’intero mondiale con il 90%. A conti fatti, la precisione al poligono rappresenterà la chiave di volta e stabilirà se il Mondiale sarà da outsider o protagonisti.

Nel 2018-19, Lukas Hofer ha centrato la vittoria nella staffetta singola mista di Soldier Hollow assieme a Dorothea Wierer.

Nel 2018-19, Lukas Hofer ha centrato la vittoria nella staffetta singola mista di Soldier Hollow assieme a Dorothea Wierer.Getty Images

4. Chi sarà la stella?

Dario Puppo: A meno che la beniamina di casa Hanna Öberg non trovi la massima ispirazione per fare anche meglio degli ultimi Giochi, sulla carta solo Johannes Bø, Martin Fourcade e Laura Dahlmeier hanno le stigmate per recitare il ruolo di stelle dei Mondiali. Il norvegese, che ha annunciato di voler partecipare a tutte e 7 le gare del programma, ha dichiarato di puntare ad andare sempre in medaglia. Ambizioso! Di grosse sorprese non ne vedo all’orizzonte.

Max Ambesi: L’augurio è che non ci siano stelle, ma che possa regnare sovrano l’equilibrio con una buona alternanza di atleti sul podio. Ciò premesso, non può passare in secondo piano quanto fatto da Johannes Bø nelle precedenti tappe di Coppa del Mondo. Se il norvegese si riconfermerà sui medesimi livelli, difficilmente non reciterà il ruolo di principale protagonista dei Campionati Mondiali.

5. Chi vincerà il medagliere?

Dario Puppo: Vedo favorita la Norvegia che non avrà soddisfazioni solo dai fratelli Bø

Max Ambesi: Sulla carta, la sfida sarà tra Norvegia e Germania, con la Francia pronta a far saltare il banco. Le variabili sono molteplici, ma il tema più interessante è un altro. Chi tra Norvegia e Germania porterà a casa più vittorie nella rassegna iridata di biathlon si aggiudicherà il medagliere stagionale delle discipline olimpiche invernali, calcolato conteggiando tutte le gare dei vari Campionati mondiali. Sarà una sfida nella sfida.

Video - Dorothea Wierer straordinaria! Prima vittoria nell'inseguimento ad Anterselva, terza Lisa Vittozzi

00:50

Come seguire i Mondiali di biathlon di Östersund

Le gare dei Mondiali di biathlon saranno trasmesse in diretta sui canali di Eurosport ed Eurosport Player, a partire da giovedì 7 marzo fino a domenica 17 marzo. Questo il calendario ufficiale:

  • 07 marzo, ore 16:15 - staffetta mista 2×6+2×7.5 (W-M)
  • 08 marzo, ore 16:15 - 7.5 km Sprint femminile
  • 09 marzo, ore 16:30 - 10 km Sprint maschile
  • 10 marzo, ore 13:45 - 10 km Pursuit femminile
  • 10 marzo, ore 16:30 - 12.5 km Pursuit maschile
  • 12 marzo, ore 15:30 - 15 km individuale femminile
  • 13 marzo, ore 16:10 - 20 km individuale maschile
  • 14 marzo, ore 17:10 - staffetta mista singola (W-M)
  • 16 marzo, ore 13:15 - staffetta 4×6 km femminile
  • 16 marzo, ore 16:30 - staffetta 4×7.5 km maschile
  • 17 marzo, ore 13:15 - Mass Start 12.5 km femminile
  • 17 marzo, ore 16:00 - Mass Start 15 km maschile

Video - Dominio Italia nella staffetta singola mista: Wierer e Hofer trionfano davanti all'Austria

00:43