Getty Images

Makarainen trionfa nella sprint di Pokljuka, una super Dorothea Wierer chiude al 2° posto

Makarainen trionfa nella sprint di Pokljuka, una super Dorothea Wierer chiude al 2° posto

Il 08/12/2018 alle 16:50Aggiornato Il 08/12/2018 alle 16:58

Dal nostro partner OAsport.it

La finlandese Kaisa Makarainen si aggiudica la 7.5 km sprint femminile a Pokljuka, sede del primo round della Coppa del Mondo di biathlon. La tre volte vincitrice della classifica generale è riuscita condensare la sua eccellente condizione sugli sci stretti ed una grande precisione dal poligono, dimostrato dallo zero. Una prestazione sugli scudi per lei con distacchi importanti inflitti alle altre nelle frazioni di fondo che le hanno consentito di gestire il vantaggio nelle serie di tiro e conquistare la vittoria numero 24 in Coppa e il decimo podio sulle nevi slovene.

Giornata da ricordare per Dorothea Wierer

La 28enne di Brunico si è esibita in una prova al tiro da urlo, la migliore nel range time. Grazie anche ad un tempo solido sugli sci da top 10, Dorothea Wierer ha conquistato un 2° posto prestigioso (+14″8) che rilancia le sue quotazioni in vista dell’inseguimento di domenica 9 dicembre. Con questo piazzamento, l’azzurra ottiene il pettorale giallo come leader della classifica generale oltre che il 22° podio nel computo generale e il 6° in questa specialità.

La Vitozzi sfiora il podio

La sappadina, con un ultimo bersaglio mancato in piedi, vede sfumare un possibile podio che però dimostra quanto la sua forma sia ottimale. Lisa Vittozzi ha concluso 5a a 46″9 dalla vincitrice, nella top 5 della graduatoria del crono sugli sci, un dato che certifica la bontà della gara dell’altra azzurra. In evidenza, poi, le giovani Justine Braisaz 3a (a +46″9) e Julia Simon (+44″6), perfette dal poligono e brave a mantenere un ottimo ritmo sugli sci. In sesta piazza si conferma la slovacca Paulina Fialkova che, dopo il 4° posto dell’individuale, giunge sesta in questa gara a 48″9 dalla vetta. Slovacchia che dunque sembra aver trovato già l’erede di Anastasiya Kuzmina che è stata piuttosto deludente nella specialità in cui vanta la Sfera di Cristallo dell’anno passato (18esima con 2 errori a 1’13″2). Più distanti invece le due protagoniste della 15 km del giorno precedente, la polacca Monika Hojnisz (11a e seconda nella graduatoria generale) e l’ucraina Julija Džyma (20esima). Per quanto riguarda le altre azzurre, a punti Nicole Gontier (35esima, 2 errori), Federica Sanfilippo (36esima, 2 errori) mentre fuori dalla top 40 di poco Alexia Runggaldier (43esima, zero errori).

Video - Dorothea Wierer da applausi: è seconda nella 7,5 km sprint dietro alla Makarainen, quinta Vittozzi

00:34
0
0