Getty Images

Vittozzi fa il bis a Oberhof: trionfo storico nell'inseguimento

Vittozzi fa il bis a Oberhof: trionfo storico nell'inseguimento

Il 12/01/2019 alle 13:47Aggiornato Il 12/01/2019 alle 14:21

Dal nostro partner OAsport.it

Se è un sogno, non svegliateci: Lisa Vittozzi realizza una doppietta leggendaria e, dopo la sprint, conquista anche l’inseguimento nella tappa di Coppa del Mondo di biathlon ad Oberhof (Germania). Dorothea Wierer giunge quinta dopo una rimonta da fantascienza e resta saldamente in vetta alla classifica generale proprio davanti alla più giovane compagna di Nazionale. Benvenuti nel meraviglioso mondo del biathlon femminile azzurro.

Vittozzi ha regalato un trionfo storico all’Italia: mai il Bel Paese si era imposto nel format della pursuit nel circuito maggiore, neppure in campo maschile. La 23enne sappadina, sapiente nella gestione del poligono e con una freddezza glaciale da vera e navigata campionessa, ha preceduto di 14″5 la slovacca Anastasija Kuzmina e di 27″9 la francese Anais Chevalier.

Nel corso del primo giro Vittozzi non forzava il ritmo e Chevalier, scattata 5 secondi dopo l’azzurra, la raggiungeva quasi subito. Al contrario partiva a razzo Wierer, che iniziava una rimonta furibonda.

Il primo poligono a terra si rivelava sin da subito decisivo: Vittozzi non commetteva alcun errore, mentre quasi tutte le avversarie pagavano dazio (2 bersagli mancati per Chevalier e Kuzmina). La portacolori del Bel Paese si ritrovava così a dover gestire ben 42 secondi sulla prima delle inseguitrici, la svedese Hanna Oeberg, mentre Wierer, partita 24ma, si ritrovava già in settima piazza con 5/5 e un distacco di 55″ dalla vetta.

Malgrado il primo errore di giornata, la situazione non mutava più di tanto per Vittozzi dopo il secondo poligono a terra, con un cospicuo margine di 43″ su Oeberg e sull’austriaca Hauser, mentre Chevalier, scatenata sugli sci, risaliva al quarto posto nonostante un complessivo 7/10. Anche Wierer incassava due errori che la facevano retrocedere all’ottavo posto.

Tra un poligono e l’altro Vittozzi dava la sensazione di gestirsi, senza spendere eccessive energie per conservare la necessaria lucidità al tiro. Nel corso della terza sessione, la prima in piedi, l’italiana si ritrovava a fronteggiare delle raffiche di vento irregolari, riuscendo a limitare i danni con un buon 4/5. Dietro sbagliavano di nuovo quasi tutte, ma non una superlativa Wierer che si issava fino al secondo posto, tallonata dalla francese Anais Bescond.

Nel corso del penultimo giro, mentre stava ricevendo una borraccia al rifornimento da un allenatore, Wierer si toccava proprio con Bescond: le due ruzzolavano così nella neve e venivano raggiunte da Kuzmina.

Video - Bescond inciampa e travolge Wierer: l’azzurra a terra a Oberhof

00:28

La gara si decideva così all’ultimo poligono. Con un gap di una trentina di secondi ed un vento fastidioso, Vittozzi sparava lentamente, centrando però tutti i bersagli: veramente glaciale. Wierer falliva invece proprio l’ultimo tiro, mentre non commettevano errori Kuzmina e Chevalier.

Lisa (18/20 complessivo per lei) iniziava così l’ultimo giro con 20″ su Kuzmina (4) e riusciva a difendersi egregiamente sino al traguardo, mentre Wierer (3), ormai allo stremo delle forze, prima veniva staccata da Chevalier (5) e poi raggiunta e battuta in volata da Bescond (4).

Da segnalare la buona rimonta della finlandese Kaisa Makarainen, 22ma con 15/20. Sprofonda la slovacca Paulina Fialkova, 32ma a 3 minuti!

In gara erano presenti anche altre due azzurre: 20ma Nicole Gontier (5), certa di un posto in staffetta domani, e 40ma Federica Sanfilippo.

In classifica generale Wierer ha limitato egregiamente i danni e resta al comando con 438 punti. Seconda è Lisa Vittozzi con 396, mentre Fialkova scivola in terza posizione a -64 dalla vetta. Attenzione alla francese Chevalier, quarta con 329, appena due lunghezze davanti a Kuzmina. Azzurre che guidano anche la graduatoria di specialità riservata all’inseguimento: Wierer, con 196, precede Vittozzi di 12 punti. Sì, è tutto vero. E’ il meraviglioso mondo del biathlon femminile italiano.

federico.militello@oasport.it

Video - Lisa Vittozzi, storico bis a Oberhof: arriva la prima vittoria italiana nell'inseguimento

01:47
0
0