Getty Images

La bobbista russa Seergeva ci ricasca: positiva al doping, terzo caso a PyeongChang

La bobbista russa Seergeva ci ricasca: positiva al doping, terzo caso a PyeongChang
Di Eurosport

Il 23/02/2018 alle 10:49Aggiornato Il 23/02/2018 alle 11:55

Terzo caso di positività a PyeongChang 2018: si tratta della bobbista russa Seergeva, già positiva al meldonio nel 2016. Per la Russia è il secondo caso ai Giochi dopo Aleksander Krushelnitckii, medaglia di bronzo nel curling misto.

Dopo Krushelnitckii, bronzo nel doppio misto del curling risultato positivo al meldonium, un altro caso di doping colpisce la Russia ai Giochi di PyeongChang. Nadezhda Sergeeva, atleta del bob a 2, sarebbe infatti risultata positiva a un controllo antidoping. Seergeva - in coppia con la connazionale Anastasia Kocherzhova - si era classificata dodicesima nella sua gara e già nel 2016 era stata pizzicata per positività al metadone. Al momento non è data sapere la sostanza incriminata ma secondo le prime ricostruzione sarebbe stata assunta tramite spray nasale.

È stato il presidente della federazione russa di bob Alexander Zubkov a confermare la positività al quotidiano russo 'Sport Express'. I vertici russi stavano facendo di tutto per convincere il CIO a permettere ai propri atleti di sfilare con uniforme e bandiere della Russia nella cerimonia di chiusura di domenica; un tentativo che ora rischia di cadere clamorosamente nel vuoto.

0
0