Eurosport

Da Seul a Stoccolma per Ronaldo, il viaggio da 7500 km del fan coreano che voleva sapere la verità

Da Seul a Stoccolma per Ronaldo, il viaggio da 7500 km del fan coreano che voleva sapere la verità

Il 16/08/2019 alle 16:40Aggiornato Il 16/08/2019 alle 17:06

Si chiama Kwak Ji-hyuk e si è fatto 7500 km di viaggio per provare a conoscere direttamente dalla voce di Cristiano Ronaldo perché è rimasto in panchina nell'amichevole di Seul, giocata in luglio, fra K-League All Stars e Juventus. Il ragazzo non ha ottenuto la risposta al proprio quesito ma il suo video è diventato virale e conta oltre 3 milioni di visualizzazioni.

A distanza di settimane, c’è chi ancora non si capacita del perché Cristiano Ronaldo non sia sceso in campo nell’amichevole a Seul contro le All Stars della K League. Ufficialmente a riposo per un affaticamento muscolare rimediato al termine dell’amichevole a Nanchino contro l’Inter, in Corea del Sud la Polizia ha addirittura provveduto ad aprire anche delle indagini per svelare il misfatto. In attesa di eventuale sviluppi c’è un ragazzo coreano, Kwak Ji-hyuk, che è voluto andare direttamente dal protagonista di questa presunta spy story estiva per risolvere l’arcano e domandare allo stesso CR7 il perché di questa assenza ingiustificata.

Da Seul a Stoccolma, un viaggio di 7500 km per la verità

In un video che vanta oltre 3 milioni e 300.000 visualizzazioni su Youtube, Kwak documenta il suo viaggio che lo ha portato da Seul a Stoccolma dove lo scorso 10 agosto la Juventus ha affrontato in amichevole l’Atletico Madrid (perdendo 2-1). Intrufolandosi in mix zone e appostandosi fuori dall’hotel o dallo stadio, il tenace Kwak con un cartello e con una semplice domanda in inglese ha provato a chiedere a Ronaldo, perché non è sceso in campo a Seul. Purtroppo il coraggio e l’ostinato impegno non hanno permesso a Kwak Ji-Hyuk di venire a capo della verità poiché Ronaldo si è trincerato in un silenzio e anche Sarri, pur stando allo scherzo e interloquendo col ragazzo, non ha risposto alla domanda del ragazzo che non pare intenzionato a darsi per vinto. Secondo i media coreani Kwak a settembre volerà in Italia per assistere a una parita della Juventus all'Allianz Stadium e tentare di avere una risposta dall’asso portoghese alla sua domanda rimasta senza risposta.

Video - Ronaldo, Alex Sandro, Sarri e la Juve 'brasiliana': la conferenza di Danilo in 230 secondi

03:48
0
0