Boca e River, si cambia

Boca e River, si cambia

Boca e River, si cambia
Di Eurosport

Il 29/06/2004 alle 11:05Aggiornato

[29/06/04] – Le due società si preparano a cambiare volto. Diversi giocatori lasceranno Baires e i due club più prestigiosi d’Argentina. Pochi acquisti e valorizzare i giovani, questo è lo spirito.

Archiviato il campionato di Clausura con il successo del River Plate di Leonardo Astrada, il 32° della storia dei Millonarios, e in attesa di conoscere chi alzerà la Copa Libertadores tra Boca Juniors e Once Caldas – in diretta nella notte tra venerdì e sabato su Sportitalia con il commento di Massimo Callegari –, si scalda anche in Argentina il calciomercato.

L’attenzione dei media argentini è focalizzata sulle due squadre di Buenos Aires. In casa River Astrada difficilmente riuscirà a trattenere Fernando Cavenaghi, destinato a vestire la maglia del CSKA Mosca. L’attaccante è nel mirino di diverse squadre del Vecchio Continente, ma l’offerta più concreta giunta sulla scrivania del presidente Josè Maria Aguilar è senza ombra di dubbio quella dei russi. Cavenaghi, che sognava la Juventus, tentenna: El Tanque, come è soprannominato, sogna un palcoscenico più prestigioso di quello russo. I diversi milioni di dollari ricavati dall’eventuale cessione di Cavenaghi servirebbero alla dirigenza di Baires per confermare tre elementi di vitale importanza per il tecnico: Horacio Ameli, Eduardo Tuzzio e Claudio Husain. Un altro giocatore che potrebbe lasciare è il centrocampista tuttofare Luis Gonzalez, visto all’opera con buoni risultati anche in nazionale e destinato a fare fortuna nella Liga.

Pronto a cambiare faccia anche il Boca Juniors: Carlos Bianchi perderà il colombiano Luis Perea, che passerà all’Atletico Madrid, e il centrale Nicolas Burdisso, che sbarcherà in Italia, all’Inter, mentre si prepara a dare l’addio a Carlitos Tevez, cercato con insistenza da Valencia e Bayern Monaco. La dirigenza xeneize sta provando in tutti i modi a riportare all’ovile un giocatore che ha tentato, senza fortuna, l’avventura in Europa, Martin Palermo. Il suo ritorno in gialloblu è caldeggiato da tutti i tifosi. E poi? Nessun problema per gli Xeneizes e per i Millonarios perché, come dimostra il passato, per ogni talento in partenza, c’è n’è uno che scalpita nello spogliatoio della Cantera e non aspetta altro che essere valorizzato.

0
0