Getty Images

Il Bayern Monaco riparte con una vittoria: 3-1 al Bayer e che magia di James su punizione

Il Bayern Monaco riparte con una vittoria: 3-1 al Bayer e che magia di James su punizione

Il 12/01/2018 alle 22:25Aggiornato Il 12/01/2018 alle 22:48

Comincia con un successo, il 2018 della squadra di Jupp Heynckes che supera alla BayArena il Leverkusen per 3-1. Primi gol in campionato per Javi Martinez e Ribery, poi la chiude James Rodríguez con un superlativo calcio di punizione. Debutta con i bavaresi anche Sandro Wagner (maglia n° 2) che prende il posto di Müller nella ripresa.

Il Bayern Monaco ricomincia da dove aveva concluso l’anno, con una vittoria. Anche alla BayArena non c’è storia con la squadra di Heynckes che supera per 3-1 il malcapitato Bayer Leverkusen. I padroni di casa provano ad impensierire i bavaresi con l’intensità, ma non basta solo quella per fermare la qualità della capolista. Javi Martínez e Vidal fanno muro davanti alla difesa, ed è proprio il duo di centrocampo a costruire l’azione del vantaggio, con Vidal che penetra e il basco che realizza l’1-0 e il suo primo gol in campionato. Ribéry raddoppia prima del tentativo di rimonta del Bayer, anche se Volland e il neo entrato Mehmedi non riescono a ribaltare la situazione. A chiudere il tutto ci pensa un James Rodríguez d’annata, con il colombiano che prima si conquista la punizione appena fuori dall’area di rigore e poi realizza con una magia. A Monaco di Baviera ricorderanno comunque con gioia Ancelotti, poiché è stato proprio il tecnico reggiano a convincere la dirigenza del Bayern ad acquistare James…

Cronaca

Grande partenza del Bayer, ma la prima vera occasione è degli ospiti con il salvataggio in extremis di Bellarabi su Ribéry lanciato a rete da Robben. I padroni di casa sfiorano il gol con Kohr, ma il suo colpo di testa sfiora il palo alla destra di Ulreich. Col passare dei minuti, però, il Bayern prende sempre più campo e sono molti i tentativi dei vari Robben, James Rodríguez e Vidal. È proprio il cileno a cambiare le sorti del match con i suoi soliti inserimenti sugli sviluppi di calci piazzati, e al 32’ una sua sponda permette ad Javi Martínez di sbloccare il risultato.

Javi Martinez - Bayer Leverkusen-Bayern München - Bundesliga 2017/2018 - Getty Images

Javi Martinez - Bayer Leverkusen-Bayern München - Bundesliga 2017/2018 - Getty ImagesGetty Images

Il Bayern sembra dare subito l’impressione di poter raddoppiare, ma al 55’ le Aspirine dimostrano di essere ancora in partita con il numero di Bailey che centra in pieno la traversa. È solo un sussulto e al 59’ arriva il 2-0 con il gol di Ribéry che con il suo solito movimento supera Leno dopo il cambio di gioco di James Rodríguez. I padroni di casa la riaprono con Volland e la squadra di Heiko Herrlich rischia anche di rimontare clamorosamente visto le occasionissime per lo stesso Volland e Alario. A mettere la parola fine al match, però, è James Rodríguez che fa tris con un calcio di punizione al bacio.

La statistica

2013 - Il Bayern Monaco non segnava alla BayArena di Leverkusen, in Bundesliga, dal 5 Ottobre 2013: quella volta fu 1-1 con le reti di Kroos e Sidney Sam.

Il Tweet

Un mancino d’oro, chissà Zidane cosa starà pensando…

Il migliore

Rodríguez JAMES - Spazia a tutto campo e mette in ginocchio la retroguardia del Bayer Leverkusen ad ogni tocco. Sua l’apertura per il 2-0 di Ribéry, suo il gol fantastico che chiude il match sul 3-1.

Il peggiore

Jonathan TAH - La disposizione in campo del Bayer non lo aiuta. A destra, però, fatica tantissimo a tenere testa ai vari Ribéry, Alaba, Vidal e James Rodríguez che si inseriscono a proprio piacimento.

Tabellino

Bayer Leverkusen-Bayern Monaco 1-3

Bayer Leverkusen (3-4-2-1): Leno; Tah, S.Bender, Wendell; Bellarabi (60’ Henrichs), Kohr (64’ Alario), L.Bender, Bailey; Havertz, Brandt (77’ A.Mehmedi); Volland. All. Heiko Herrlich

Bayern Monaco (4-2-3-1): Ulreich; Rafinha, J.Boateng, Süle, Alaba; Vidal, Javi Martínez; Robben (65’ Coman), James Rodríguez, Ribéry (79’ Sandro Wagner); T.Müller (90+2 Tolisso). All. Jupp Heynckes

Marcatori: 32’ Javi Martínez (M), 59’ Ribéry (M); 71’ Volland (L); 90+1 James Rodríguez (M)

Arbitro: Daniel Siebert

Ammoniti: 10’ Volland, 15’ Bellarabi, 26’ Müller, 42’ Rafinha

Espulsi: nessuno

Video - Usain Bolt, è il momento: a marzo il provino col Dortmund

01:10
0
0