Getty Images

Tra silenzio, lacrime e proteste: il debutto in Bundesliga dell'Union Berlino è un romanzo

Tra silenzio, lacrime e proteste: il debutto in Bundesliga dell'Union Berlino è un romanzo

Il 19/08/2019 alle 15:28Aggiornato Il 19/08/2019 alle 15:32

La pesante sconfitta per 4-0 contro il Lipsia allo Stadion An der Alten Forsterei ha segnato lo storico debutto della formazione berlinese nel massimo campionato tedesco. Una partita che, al di là del risultato, ha regalato emozioni forti. Prima del calcio d'inizio i tifosi di casa hanno esposto le foto di parenti e amici scomparsi per celebrare anche con loro lo storico esordio.

Più che una partita, un vero e proprio romanzo. Lo storico debutto in Bundesliga dell'Union Berlino si è trasformato in un pomeriggio dal sapore epico dove il risultato finale (un pesantissimo 0-4 contro il Lipsia) conta fino a un certo punto. Perché quello che si è visto e sentito sulle tribune dello Stadion An der Alten Forsterei è qualcosa che va al di là di una semplice partita di calcio. Gli indiscussi protagonisti sono stati i sostenitori della squadra di casa, la squadra dallo spirito operaio e popolare della Bundesliga. Lo sono stati prima, durante e dopo la partita.

Le lacrime: l'omaggio a chi non c'è più

Davvero toccante quello che è successo prima del calcio d'inizio quando i tifosi dell'Union hanno esposto 450 fotografie di tifosi che non ci sono più, parenti e amici scomparsi che non hanno avuto la fortuna di assistere alla prima partita in Bundesliga della loro squadra del cuore. L'iniziativa, promossa dai dirigenti del club in collaborazione con la curva, si è concretizzata nella realizzazione di una coreografia ad hoc alla quale era possibile partecipare al costo di 13 euro per ciascuna foto esposta.

La protesta: un quarto d'ora di silenzio

Il destino ha voluto che il primo avversario dell'Union Berlino fosse proprio il Lipsia, ovvero una delle squadre più invise ai tifosi berlinesi per via di quello sponsor, Red Bull, che a detta loro è sinonimo di business, ovvero di tutto ciò che sta agli antipodi rispetto allo spirito dell'Union. Proprio per esprimere il loro dissenso i tifosi dell'Union hanno inscenato una protesta di 15 minuti seguendo in rigoroso silenzio il primo scorcio di partita. Una manifestazione che ha trovato il pieno appoggio del presidente Dirk Zingler: "È doloroso per noi fare la nostra prima partita in Bundesliga contro la Red Bull. Siamo stati critici nei confronti del Lipsia in seconda serie, perché non esserlo ora?".

Un post partita da brividi

La giornata storica dell'Union si è chiusa molto dopo il triplice fischio finale che ha sancito il successo per 4-0 del Lipsia. I tifosi berlinesi, infatti, sono rimasti al loro posto in tribuna e hanno continuato a incitare la squadra in un'atmosfera da brividi anche quando la partita ormai era finita da un pezzo. Al punto che il capitano dell'Union, Christopher Trimmel, ha fatto ritorno sul terreno di gioco ringraziandoli per una dimostrazione di affetto che ha davvero pochi precedenti. Mai come in questo caso il risultato è passato in secondo piano.

Video - La favola dell'Union, squadra operaia di Berlino che ha centrato la Bundesliga per la 1a volta

01:10
0
0