Getty Images

Le pagelle di Bayern Monaco-Borussia Dortmund 4-0: Lewandowski ancora straripante

Le pagelle di Bayern Monaco-Borussia Dortmund 4-0: Lewandowski ancora straripante

Il 09/11/2019 alle 21:14Aggiornato Il 09/11/2019 alle 21:16

Diamo i voti al match dell'Allianz Arena. Il bomber polacco su tutti. Stupisce il rendimento nelle due partite in carica da parte dell'allenatore ad interim del Bayern Hans-Dieter Flick: due vittorie su altrettante gare, in Champions League (contro l'Olympiacos) e in Bundesliga con un computo complessivo di 6 reti realizzate e 0 subite. Il Dortmund di Favre, invece, è senz'anima.

=== Bayern Monaco ===

Manuel NEUER 6: trascorre un tardo pomeriggio di assoluta serenità. Il Borussia Dortmund non arriva quasi mai dalle sue parti.

Benjamin PAVARD 7: cross vincenti, contunue incursioni sull'out di destra, percorso box to box: la prestazione del francese è di quelle che lasciano il segno.

Javi MARTINEZ 6,5: le rare volte in cui il Borussia Dortmund mette il naso oltre a propria metà campo, smorza ogni entusiasmo giallonero con chiusure puntuali.

David ALABA 6: dalla suo presidio mancino, effettua molti traversoni utili alla fase offensiva.

Alphonso DAVIES 7: il giovane canadese tocca e lavora una miriade di palloni in fase nevralgica. E' tra i migliori in campo.

Leon GORETZKA 6,5: martello della linea mediana. L'ex Schalke fa il cosiddetto lavoro sporco e dà davvero tutto nei 72' in cui è in campo.

Dal 72' Thiago Alcantara 6,5: subito in palla sin dal suo ingresso in campo. Induce Hummels all'autorete.

Joshua KIMMICH 6,5: mette ordine e fosforo a metà campo. Merita aplausi.

Kingsley COMAN 7: gli manca solamente il gol, ma quanta assistenza a Lewandowski, Ganbry e, di fatto, a tutta la fase d'attacco da parte dell'ex Juve...

Dal 75' Ivan Perisic 6,5: suo il pallone messo al centro sull'autorete di Hummels, così come uno spettacolare mancino al volo, all'88', su assist di Pavard, con pallone largo di pochissimo. L'ex Inter entra in campo ed è subito decisivo.

Thomas MÜLLER 6: mette in campo tutta la sua qualità ed esperienza. Decisivo su due delle quattroreti: il 2-0 di Gnabry (col suo assist sporcato dalla deviazione di Lewandowski) e il 3-0 firmato dal centravanti polacco.

Serge GNABRY 7: gol, corsa, fantasia, tantissime idee. Giocatore straordinario.

Dal 70' Philippe Coutinho 6: fatica ad entrare subito in partita, tuttavia è autore di qualche tocco di pregiata fattura.

Robert LEWANDOWSKI 8: straripante. In partite come questa è immarcabile. Quando protegge il pallone è praticamente impossibile toglierglielo; quando mira la prota, invece, è di fatto infallibile.

Mister Hans-Dieter FLICK 7,5: dopo l'esonero di Niko Kovac: dall'1-5 contro l'Eintracht Francoforte, sono arrivate due vittorie su altrettante gare, in Champions League (contro l'Olympiacos) e in Bundesliga con un computo complessivo di 6 reti realizzate e 0 subite. La squadra sembra convinta di dettami di Flick: e se restasse proprio lui sulla panchina della formazione più temuta di Germania?

=== Borussia Dortmund ===

Roman BÜRKI 5: sui palloni vaganti è la solita calamità. Difficilmente i compagni del reparto difensivo possono stare tranquilli.

Achraf HAKIMI 6: è l'unico che appare in forma e desideroso di costruire qualcosa lungo la corsia di competenza.

Manuel AKANJI 4: in ritardo su tutti: Lewandowski, Gnabry, Coman... Dalle sue parti il Bayern affonda il coltello nel burro. Prestazione da dimenticare.

Mats HUMMELS 5,5: finale di gara ingeneroso per l'ex di turno, che prova a spronare i propri compagni tra salvataggi sulla linea e lavate di capo.

Nico SCHULZ 5: impalpabile sulla mancina. Spinge poco e recupera ancora meno.

Axel WITSEL 5,5: benino nei primi 45', in cui è protagonista di una conclusione ravvicinata terminata sull'esterno della rete. Poi, il buio.

Julian WEIGL 4,5: totalmente travolto dalla spinta offensiva bavarese.

Dal 61' Paco Alcacer 5: getta banalmente alle ortiche l'unica occasione giallonera nel corso del secondo tempo.

Jadon SANCHO 5,5: problemi fisici lo costringono a uscire dopo i primi 36' di gioco in cui, comunque, di idee se ne sono viste ben poche.

Dal 36' Raphaël Guerreiro 5,5: prova a farsi vivo con qualche apprezzabile geometria, ma la sua pericolosità è pari a zero.

Julian BRANDT 4,5: là davanti fatica addirittura a toccare palla.

Thorgan HAZARD 4,5: di assist confezionati, neanche l'ombra.

Mario GÖTZE 4,5: lento e compassato. Là davanti, Javi Martinez lo controlla con facilità.

Dal 61' Marco Reus 5,5: ci prova col pressing ma la difesa del Bayern appare un muro invalicabile.

Mister Lucien FAVRE 4,5: squadra lontanissima parente di quella che, in Champions, ha regolato 3-2 l'Inter in rimonta. Troppi blackout e pochissima grinta.

Video - Conte: "E' una ferita, spero che la sentano tutti come la sento io"

00:55
0
0