Other Agency

Ecco Jovetic "Juve? Meglio la Fiorentina"

Ecco Jovetic "Juve? Meglio la Fiorentina"
Di Eurosport

Il 03/06/2008 alle 19:48Aggiornato

Presentato oggi allo stadio Franchi il giovane trequartista ex-Partizan Belgrado: con l'arrivo di Gilardino e la conferma di Osvaldo, prende forma il nuovo attacco della Fiorentina

A pochi giorni dalla presentazione di Alberto Gilardino, il Franchi rende i primi omaggi anche a Stevan Jovetic, secondo tassello inserito da Pantaleo Corvino nello scacchiere della nuova Fiorentina che si prepara alla prossima Champions League. Jovetic, nato a Pogdorica, in Montenegro, il 2 novembre 1989, viene da cinque stagioni consecutive giocate nel Partizan Belgrado, dove ha collezionato 72 partite realizzando 27 reti. Nel 2007 Jovetic è stato uno dei primi giocatori a debuttare con la neonata rappresentativa nazionale del Montenegro.

"Ho scelto la Fiorentina perché è una squadra giovane e competitiva, una grande società e Firenze è una città stupenda", spiega Jovetic, sulle cui tracce erano scese anche Juventus e Real Madrid, battute poi dalla concorrenza viola che ha blindato il giocatore per cinque anni versando 8 milioni di euro nelle casse del Partizan. "Ho detto no al Real", continua Jovetic, "scegliendo una squadra in cui avrò più possibilità di giocare. Quanto alla Juve, invece, ho preferito la Fiorentina perché migliore", spiega il montenegrino conquistandosi già le simpatie del popolo viola.

"Sono felice di cominciare questa nuova avventura, sognavo di venire in Italia fin da piccolo, magari nello stadio di Gabriel Batistuta, sogno che oggi si avverato. Vucinic, mio compagno in nazionale, mi ha detto che il vostro campionato è difficile ma anche molto bello. Penso di essere pronto per questa competizione, naturalmente ci vorrà grande impegno e tanta voglia di lavorare".

Jovetic l'anno prossimo sarà verosimilmente schierato da Prandelli come esterno di sinistra nel tridente offensivo viola: come numero di maglia ha chiesto l'8. "A Firenze ci sono tanti buoni giocatori e un ottimo allenatore. Debuttare in Champions League mi farà grande piacere. Naturalmente sarà il mister a decidere, io sono a sua completa disposizione. Di questa squadra conosco Kuzmanovic, Avramov, Mutu e Donadel".

La Fiorentina, che prima della nuova avventura in Champions è stata grande protagonista nell'ultima Coppa Uefa, ricorda ancora amaramente l'eliminazione ai rigori subita in semifinale contro i Glasgow Rangers. "Punizioni e rigori?", commenta Jovetic. "Per adesso li ho battuti nel Partizan, qui ho grandi campioni davanti, l'importante è farsi trovare pronti nel momento del bisogno".

0
0