EFE

Sogando Cassano

Coccole a Diego, sognando Cassano
Di Eurosport

Il 13/01/2009 alle 12:22Aggiornato

La Juventus si prepara alla missione per il talento del Werder Brema, ma il fantasista barese resta l'erede naturale di Alex Del Piero

Il giorno del giudizio è atteso per la prossima settimana, dopo la delicata sfida di campionato con la Lazio. Il ds bianconero Alessio Secco farà la sua ennesima capatina in Germania per portare a Torino il trequartista brasiliano Diego. La stella del Werder Brema è legato al club tedesco fino al giugno 2011, ma da tempo società e giocatore sono ai ferri corti. La richiesta per strappare il giocatore è di 25 milioni.

Prezzo che i dirigenti della Signora si augurano di limare. Con Diego, prossimo a compiere 24 anni, l'intesa c'è già anche se la richiesta di 4,5 milioni netti a stagione è uno stipendio troppo alto per gli standard Juve. Ma il brasiliano è apprezzato anche da Claudio Ranieri, nonostante sostenga sia difficile inserirlo nell'attuale modulo, e quindi la trattativa è concreta e per niente in alto mare.

In caso di fallimento a Brema, la Juventus punterà dritto su Antonio Cassano. Il talento di Bari Vecchia è il più papabile tra i successori di capitan Del Piero e i bianconeri avrebbero già bloccato il giocatore. Costo dell'operazione 16 milioni di euro, operazione da definire al più presto per battere sul nascere la concorrenza dell'Inter: nota è infatti la stima di Mourinho per il fantasista ex giallorosso.

Ma a Vinovo ci sono altre alternative dopo-Nedved. La pista Silva , campione europeo con la Spagna e stella del Valencia, è sempre aperta nonostante il presidente Soriano lo abbia dichiarato incedibile. Ma i soldi intascati dalla sua eventuale cessione farebbero comodo al club, in cui sono peraltro già tenuti d'occhio Joaquin e il giovanissimo Mata.

Seguito anche Rakitic, duttile talento croato dello Shalke 04. Alla rivale europea di Champions, il Chelsea, si cerca di strapparte Malouda. Piace molto anche Van der Vaart, in rotta col Real Madrid. Oppure rotta verso la capitale: l'ex laziale Behrami (ora in forza al West Ham) o Aquilani, anche se il professore difficilmente si muoverà da Trigoria nella prossima stagione. E a gennaio? Il centrale della Fiorentina Da Costa dovrebbe restare l'unico vero obiettivo.

0
0