Eurosport

Edicola: Kessié recidivo e il Milan pensa alla cessione, Inter su Gundogan

Edicola: Kessié recidivo e il Milan pensa alla cessione, Inter su Gundogan

Il 15/04/2019 alle 08:45Aggiornato Il 15/04/2019 alle 09:04

La società rossonera valuta la cessione del centrocampista, protagonista di atteggiamenti che non sono piaciuti. I nerazzurri studiano l'occasione Gundogan che non vuole rinnovare con il Manchester City mentre si decide il futuro della Roma.

Milan, Kessié recidivo: possibile l'addio

Il Milan e Franck Kessié non sono mai stati lontani come oggi e mai come oggi pensare a una cessione dell'ex Atalanta a giugno è tutto tranne che una follia. A riportare l’indiscrezione è il Corriere dello Sport.

  • La nostra opinione: i rossoneri a giugno devono sborsare per l'ivoriano 22 milioni (20+2 di bonus) e la spesa, sia pure messa preventivamente a bilancio, comincia a essere considerata eccessiva dal club. Non tanto per il valore in sè del giocatore, quanto per la necessità di utilizzare quella cifra diversamente, ad esempio per pagarsi parte del riscatto, necessario, di Bakayoko. E poi c’è ovviamente una questione di tipo caratteriale che va dal derby (lite con Biglia) al caso Acerbi: la società è stanca di vedere atteggiamenti non da Milan. Tutto passa naturalmente anche dalla conquista di un posto nella prossima Champions League.

Video - Gattuso: "Bakayoko e Kessié? Bisogna chiedere scusa, si smanetta troppo"

01:30

Inter, occasione Gundogan

Uno degli obiettivi di mercato dell’Inter per il centrocampo è Ilkay Gundogan, come riporta Tuttosport. Il centrocampista tedesco andrà in scadenza con il Manchester City a giugno 2020 e, come confermato dallo stesso Pep Guardiola, non rinnoverà il suo contratto con il club inglese. L’alternativa resta Rakitic.

  • La nostra opinione: Guardiola è stato chiaro affermando che "Gundogan non giocherebbe se ci fosse una ragione per non farlo giocare. Ha ancora un anno di contratto e non vuole prolungarlo, non vorrebbe giocare e invece gioca. Io prendo le decisioni in campo, scelgo quello che credo al momento. So come funziona". Occasione a parte, resta da capire se ha senso comprare un 28enne di medio livello. Rakitic è una candidatura ben più interessante.

Oggi si fa la nuova Roma

Giornata molto importante per la Roma e la notizia viene riportata da tutti i quotidiani sportivi nazionali. Oggi il ds giallorosso Frederic Massara vola a Boston per incontrare James Pallotta e discutere il futuro della società.

  • La nostra opinione: sul tavolo c'è la nuova Roma, anche perché Massara non conosce ancora la sua posizione. Dopo l'addio di Monchi è diventato il nuovo ds della Roma, ma ora vuole conoscere il suo futuro. Queste le ipotesi: Massara spera di essere coinvolto, tant'è che potrebbe restare come ds valorizzando le risorse interne. Totti, che avrebbe più poteri, in primis ma anche Balzaretti. Oppure, Pallotta e Baldini potrebbero proporre a Massara di restare come direttore sportivo, ma affiancato da Luis Campos, attuale dirigente del Lille, che entrerebbe a far parte dell'area sportiva come consulente. Con Massara sarà presente all'incontro anche Franco Baldini.

Video - Gattuso: "Sono molto deluso da Kessié, se l'avessi visto mi sarei buttato nella mischia"

02:01
0
0